Cosa contengono davvero i wurstel? La verità scioccante che vi farà cambiare idea

Tutti ce lo siamo chiesti almeno una volta: ma cosa contengono davvero i wurstel di carne? La verità dietro ad uno degli alimenti più consumati.

Wurstel contaminati
Wurstel crudi (Pixabay)

Alcuni Tik Tokers hanno analizzato al microscopio dei wurstel di pollo e di suino, realizzando come la carne centri ben poco con questi prodotti. La risposta alla domanda: “cosa contengono davvero” è sconvolgente. Di cosa si tratta.

Come sono fatti i wurstel? L’analisi al microscopio che svela cosa contengono davvero

Amatissimi da tutti, ma soprattutto dai più piccoli, i wurstel sono uno degli alimenti più venduti nei supermercati. Ma cosa contengono davvero? Per rispondere a questa domanda, alcuni Tik Tokers hanno analizzato al microscopio il loro contenuto che altrimenti non sarebbe stato visibile ad occhio nudo.

Wurstel con batteri
Wurstel alla griglia (Foto Pexels)

Da anni è risaputo che i wurstel di pollo e di tacchino sono ricavati dalla carne separata dalle carcasse degli animali, con l’aggiunta di conservanti, coloranti e additivi. La situazione non cambia per ciò che riguarda i wurstel di suino, all’interno dei quali figurano: aromi, coloranti, zucchero, nitriti di sodio e ascorbato di sodio.

Per non parlare delle enormi quantità di sale impiegate. Ma cosa avranno mai notato alcuni utenti di Tik Tok analizzandoli al microscopio?

Potrebbe interessarti anche: I cibi peggiori da acquistare al supermercato? Scopriamo quali sono

Wurstel al microscopio: le ipotesi discordanti

Alcuni video postati su Tik Tok da utenti soliti ad analizzare del cibo al microscopio hanno rinvenuto delle tracce di ingredienti “insoliti” all’interno dei wurstel di pollo e di suino. In particolare, alcuni di questi, mostrano tracce di fibre che somigliano a peli o capelli e oggetti non identificati.

In un video è possibile notare la presenza di piccoli insetti, simili a ragni, moscerini e batteri che si aggirano indisturbati all’interno del prodotto. Un altro utente invece smentisce tutto, in quanto sosterrebbe che è facile far apparire ingredienti che originariamente non sono presenti nei wurstel, semplicemente strofinandoli su delle superfici.

Potrebbe interessarti anche: Mangiare wurstel crudi, i rischi: listeriosi e tossinfezione alimentare

In particolare, il ragazzo strofina un pezzo di wurstel su una felpa e sulla tastiera del pc, per poi analizzarlo al microscopio e rinvenire peli e oggetti difficilmente riconoscibili. Mentre, al contrario, prendendo una fetta di wurstel pulita e incontaminata e analizzandola al microscopio, non si vede quasi nulla.

Qual è la verità? Sicuramente si tratta di uno degli alimenti più sconsigliati per chi tiene alla propria salute e forma fisica, quindi in generale sarebbe meglio limitarne il consumo al minimo. Inoltre è importantissimo controllare la lista degli ingredienti e la tabella dei valori nutrizionali, non affidandosi esclusivamente alla nomea delle marche più conosciute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *