Come conservare il latte correttamente: l’errore da non fare

Il latte è un alimento a breve scadenza, ecco perché lo dobbiamo conservare correttamente, altrimenti rischia di deperire in fretta. Vediamo dunque la soluzione migliore e qual è l’errore da non fare.

conservazione latticini
Latte e macarons (Pexels)

Il latte è uno fra gli alimenti che non può mai mancare in frigorifero. L’ideale per una corretta colazione, il latte è infatti in grado di apportare all’organismo molteplici proprietà, essendo ricco di vitamine A,B, B12 e D, proteine e minerali, tra cui calcio, magnesio e fosforo.

Esistono diverse tipologie di latte. Può infatti esserci quello intero, scremato o parzialmente scremato, ma anche quello a breve o a lunga conservazione.

In qualsiasi caso è però bene sapere qual è la soluzione ideale per conservare il latte correttamente, che di certo non è nello sportello del frigorifero, un errore che commettiamo abitualmente. Vediamo dunque dove dovresti riporre il latte.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —-> Latte venduto come biologico e italiano importato dall’estero: i marchi coinvolti

Conservare il latte correttamente: ecco dove va messo

conservare latte modo corretto
Latte (Pixabay)

Il latte è un alimento essenziale fin dalla nascita. I bambini infatti non possono farne a meno, ma neanche gli adulti. Ecco perché è un peccato rischiare di far deperire il latte prima della sua scadenza solamente perché non lo abbiamo conservato correttamente. Vediamo dunque qual è il posto più corretto dove conservare questo prezioso alimento, anche in base alle sue caratteristiche.

Abbiamo già visto che esistono diverse tipologie di latte che può essere intero, scremato o parzialmente scremato. Questo dipende dal contenuto lipidico presente al suo interno che rende il latte più o meno leggero a seconda delle tipologie. Indipendentemente da queste, però il latte deve essere sempre conservato in frigorifero, anche se a lunga conservazione. Ma dove posizionarlo?

Nella maggior parte dei casi lo collochiamo nello sportello laterale del frigorifero, che di solito dedichiamo alle bevande. Ma se questa posizione può andare bene per alcune di esse, di sicuro è la scelta meno appropriata per il latte. Questo perché lo sportello del frigo è la zona più esposta agli sbalzi di temperatura, a causa del continuo apri-chiudi, che può verificarsi più volte al giorno se abbiamo sempre fame e siamo golosi. Comportamento abituale a maggior ragione se lavoriamo da casa.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> Latte di pistacchio: l’alternativa vegetale e nutriente da gustare

Il latte posizionato nello sportello laterale rischia dunque di entrare in contatto con l’aria calda dell’ambiente esterno e ciò determina il proliferare dei batteri presenti nel latte, che lo rendono acido e quindi più facilmente soggetto al deperimento. Gli esperti suggeriscono dunque di posizionare il latte sul ripiano inferiore del frigorifero, che ha anche una temperatura più fredda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *