Latte di pistacchio: l’alternativa vegetale e nutriente da gustare

Il latte di pistacchio è la nuova tendenza che arriva dalla Grande Mela, ed ecco perché è l’alternativa vegetale che fa bene a noi e al al pianeta.

Latte di pistacchio
Latte di pistacchio (AdpbeStock)

Negli ultimi anni le bevande vegetali stanno diventando sempre più in voga, una vera e propria scoperta salutare che sostituisce il latte vaccino. Per chi soffre di intolleranza al lattosio o chi per motivi etici, bere una bevanda vegetale non ha effetti collaterali allo stomaco e soprattutto al pianeta. Le alternative in voga di solito sono la bevanda al gusto di soia, mandorla, avena e riso. Ultimamente anche il latte di patate si sta propagando.

Le bevande vegetali sono tutte proposte valide ma che nel lungo tempo possono anche stufare, perché spesso sono troppo dolci e pesanti. Qui entra in gioco il latte di pistacchio, che si è dimostrato un perfetto sostituto al latte vaccino diventando una vera e propria moda che si è propagata per tutta New York.

Ti potrebbe interessare anche >>> Latte di patate: i benefici di questa bevanda alternativa

Benefici e preparazione del latte di pistacchio

latte di pistacchio
Pistacchi (Pixabay)

I benefici della bevanda vegetale al pistacchio sono molteplici. Il pistacchio, innanzitutto, è un frutto secco molto gustoso, considerato per molto tempo un cibo da re, visto anche il suo costo non economico. Tuttavia a livello nutrizionale, è un alimento fondamentale poiché è ricco di nutrienti, antiossidanti, proteine e vitamine. Tutti questi fattori aiutano nel corretto funzionamento del metabolismo. Migliore amica del corpo, il latte di pistacchio è anche il migliore amico del pianeta, in quanto è una bevanda estremamente sostenibile (a differenza del latte vaccino). Infatti il pistacchio ha una coltivazione poco impegnativa, non erode il terreno, non è deleterio per il territorio dell’Amazzonia come la soia e richiede il 75% di acqua in meno rispetto alle mandorle.

Ti potrebbe interessare anche >>> Crema spalmabile al pistacchio vegana: ricette e usi in cucina

Preparare la bevanda al pistacchio è molto semplice. Bisogna immergere 120 grammi di pistacchi tostati e non salati in 750 ml di acqua per almeno 5 ore (o tutta la notte). Conservare l’acqua di ammollo per un secondo momento e procedere a sciacquare i pistacchi sotto l’acqua corrente, per poi asciugarli con un panno o della carta assorbente. Preparare i pistacchi all’interno del frullatore. Nel frattempo, filtrare l’acqua messa da parte con un colino o un canovaccio apposito e poi versarla nel frullatore con i pistacchi. Frullare il tutto fino ad ottenere una miscela omogenea e lisca, senza pezzettini. Infine aggiungere un pizzico di sale e 2/4 datteri, a seconda della dolcezza che si vuole donare alla bevanda, e un pizzico di vaniglia. Filtra il liquido attraverso con un setaccio e il latte sarà pronto! Si può conservare fino a 5 giorni in frigorifero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.