Controlli al Bancomat, nuove norme più stringenti in arrivo

In relazione ai controlli al Bancomat stanno per fare la loro introduzione delle regolamentazioni ben precise in materia, quali sono le novità.

Un uomo mentre preleva dei soldi allo sportello ATM
Un uomo mentre preleva dei soldi allo sportello ATM (Foto ANSA)

Controlli al Bancomat, la situazione si è fatta più stringente e non mancano situazioni nelle quali anche chi non ha niente da nascondere si è ritrovato a dovere dimostrare di trovarsi in buonafede. Il motivo è da individuare nella lotta senza quartiere che l’Agenzia delle Entrate ha voluto intraprendere nei confronti di chi fa il furbo e commette evasione fiscale.

Il mancato gettito dei quali sono responsabili coloro che compiono evasione al Fisco equivale a diversi miliardi di euro. Tutti soldi che contribuirebbero a potere avere accesso ad una qualità migliore di servizi in vari ambiti. E che invece restano perfettibili e finiscono con il gravare esclusivamente sulle spalle di chi fa il proprio dovere di cittadino perbene.

I controlli al Bancomat ed agli sportelli atm sono frutto delle possibilità di illeciti che i soldi in contanti possono comportare. Proprio per questo è in vista l’introduzione del limite di prelievo per quanto riguarda le banconote che sarà possibile effettuare ai suddetti sportelli automatici.

Potrebbe interessarti anche: Tutela dei risparmiatori, la banca chiude e la gente ha perso i soldi

Controlli al Bancomat, ma non solo: nuove norme finanziarie

Un uomo durante un prelievo ad uno sportello automatico
Un uomo durante un prelievo ad uno sportello automatico (Foto ANSA)

Dal 1° gennaio 2023 dovrebbe entrare in vigore la misura ufficiale che porta il tetto massimo dei prelievi cash fino a 999,99 euro, contro gli attuali 1999,99 euro. Tale provvedimento avrebbe dovuto scattare a partire dall’inizio del 2022, ma l’opposizione e le forze di destra del Governo hanno votato contro, ottenendo un rinvio del tutto.

Potrebbe interessarti anche: Soldi a casa o in banca? Tutti i vantaggi e gli svantaggi

Verranno introdotte anche delle nuove regole sui pagamenti. Per tutti gli esercenti sarà obbligatorio munirsi di strumento Pos per accettare i pagamenti con carta di credito o Bancomat. In quest’ultimo caso si partirà già da giugno 2022 e per gli esercenti che non si adegueranno ci sarà da pagare una multa di 30 euro più una percentuale di circa il 4% della spesa negata al cliente che si vede negare la possibilità di pagare tramite Pos.

Potrebbe interessarti anche: Truffe online, se ti hanno derubato la banca deve risarcirti

Tra l’altro i prelievi in contanti sono anche utili per comprendere quello che è lo stile di vita e quindi quanto c’è realmente di riportato all’interno della dichiarazione dei redditi da parte di chi attira l’attenzione degli agenti esattoriali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *