Verdure, stai commettendo un grosso errore

Verdure, stai commettendo un grosso errore che neppure sai: questo inficia notevolmente sulla qualità del prodotto e sul modo di cucinarle

Verdure, ecco gli errori che commetti e di cui non sei consapevole: potrebbero rovinarti infatti il modo che hai di cucinare e assaggiare le verdure.

Ti potrebbe interessare anche->Stanchezza di primavera, sparisce se mangi questi cibi buonissimi

Verdure, stai commettendo un grosso errore: ecco come riporle

Le verdure dovrebbero costituire buona parte della nostra alimentazione, per poter essere in forma e seguire così una dieta che sia più sana. Molto spesso questo non avviene perché ne consumiamo una porzione insufficiente rispetto a quella che ci sarebbe consigliata. Le porzioni di frutta e verdura da assumere secondo i nutrizionisti sarebbero addirittura tre le tre e le quattro al giorno: il consumo che ci torna utile è giustappunto giornaliero, perché solo così possiamo assumere le fibre di cui abbiamo bisogno. Oltre infatti ad una grossa mano dal punto di vista di sistema immunitario, queste sono anche particolarmente indicate per tutte le diete che seguiamo: queste infatti riempiono lo stomaco, consentendoci di controllare in maniera più sicura il senso di fame, senza far troppi danni a livello di introito calorico.

Ti potrebbe interessare anche->Il tuo partner non è psicologicamente stabile? i segni da guardare

Tuttavia c’è un errore che commettiamo in maniera inconsapevole e che però ci rovina in modo sensibile l’esperienza culinarie delle verdure, che perdono così facendo gran parte del loro sapore. Dove siamo soliti conservare le verdure? La risposta collettiva che spesso si da’: il frigo. Soprattutto per quanto riguarda le verdure che provengono dai paesi caldi, questo è estremamente sconsigliato: questo infatti può far appassire le verdure, facendo perdere loro gran parte dei liquidi e delle proprietà per cui le apprezziamo molto. In frigo inoltre se non ben conservate è facile che queste assumano sentori di altri cibi. 

La cosa migliore è cercare di  conservarli in un altro luogo: possibilmente un luogo a temperatura ambiente, non umido, più asciutto possibile. Riponetele in uno o più sacchetti di carta, e cercate di consumarle il più fresche possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *