Colazione a base di pancake: farla sempre può far male alla salute

È vero che i pancake sono perfetti da mangiare a colazione, ma se diventa un’abitudine potrebbero esserci degli effetti negativi sulla salute. 

colazione dolce
Pancake per colazione (Pixabay)

Provenienti dagli Stati Uniti, i pancake rappresentano un dolce tradizionale da mangiare a colazione, dato che i suoi nutrienti permettono di conferire al corpo la carica e le energie necessarie per affrontare al meglio la giornata.

Si tratta infatti di uno tra i cibi più amati ed è per questo motivo che si sono diffusi oltreoceano in diverse varianti, come ad esempio i pikelet in Nuova Zelanda e Australia oppure i panqueque in Argentina, Uruguay e Cile.

Ma nonostante siano ricchi di elementi nutritivi che cosa succede se si mangiano tutti i giorni? Sono altrettanto benefici? Scopriamolo insieme.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> Pancakes dietetici al cacao e cannella: la ricetta facile e golosa

Gli effetti sulla salute se tutti i giorni fai colazione a base di pancake

colazione oltreoceano
Pancake (Pixabay)

Facili da preparare e arricchiti con sciroppo d’acero, burro d’arachidi, cioccolato, marmellata o frutta fresca, è davvero difficile resistere a questi dolci squisiti. I pancake non sono altro che frittelle, il cui aspetto ricorda molto le crêpe francesi, ma dallo spessore più consistente (circa 3-5 mm). Esistono davvero di qualsiasi dimensione e gusto e oltre ad essere dolci esistono anche nella variante salata, realizzati bacon, uova e burro fuso sul pancake, che può poi essere accompagnato da ornamenti dolci come miele, nutella e marmellata.

Insomma, un piatto che soddisferà tutti! Bisogna però stare attenti a non abusarne perché gli effetti sulla salute potrebbero essere i seguenti. Un primo effetto collaterale potrebbe essere il gonfiore addominale, causato dalla forte presenza di glutine. N0n è infatti raro manifestare una certa “sensibilità” nei confronti di questo elemento, che può diventare la causa di una cattiva digestione.

Se però ai pancake non vuoi proprio rinunciare puoi sviare il problema con dei pancake proteici, realizzati con farina di legumi o di avena oppure per un mix di farine senza glutine. La consistenza sarà la stessa ma almeno non ti sentirai appesantito! Altra conseguenza deriva dal fatto che i pancake contengono tanti zuccheri, che potrebbero addirittura equivalere al totale che dovremmo assumere durante tutto l’arco della giornata. Non proprio l’ideale per la nostra salute.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> Pancake marocchini: la ricetta ideale per una colazione diversa dal solito

L’eccessiva presenza di zuccheri può poi portare a una sensazione di sonnolenza. Questo deriva dal fatto che se inizialmente gli zuccheri ci procurano energia, dopo l’impennata iniziale il livello di zuccheri può subire un calo repentino che ha come effetto collaterale un profondo senso di stanchezza. Anche in questo caso puoi risolvere il problema con pancake proteici realizzati con farine meno raffinate, come ad esempio la farina d’avena. In questo modo eviterai il picco glicemico e assumerai  allo stesso tempo una buona quantità di fibre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *