Il prodotto eccellente derivato dagli scarti dei carciofi: mai buttare gambi e foglie

Non bisogna mai buttare via gambi e foglie, quando si cucinano i carciofi, perché gli scarti ci tornano utili per creare un prodotto eccellente.

liquore scarti carciofi gambi foglie
Carciofi in cassetta al mercato (Pexels)

Non bisogna mai buttare via gambi e foglie, quando si cucinano i carciofi, perché gli scarti ci tornano utili per creare un prodotto eccellente. Tra gli alimenti più consumati ci sono i carciofi, ottimi in tutte le salse e apprezzati da quasi tutti. Sono immancabile in cucina in quasi ogni periodo dell’anno.

Il carciofo è un cibo davvero salutare, ricco di fibre, capace di migliorare il funzionamento dell’intestino e di ridurre il colesterolo cattivo nel sangue. È un alimento antiossidante, in grado di difendere dai radicali liberi, perciò è antitumorale. Insomma, andrebbe consumato regolarmente. Ma quando lo cuciniamo, dobbiamo far attenzione a non buttare via gli scarti, come foglie esterne e gambi. Come mai?

Potrebbe interessarti anche → Pulizie di casa spettacolari: se ti dicessi che puoi usare le bustine del tè?

Scarti dei carciofi: gambi e foglie da riutilizzare

liquore ai carciofi
Cassette colme di carciofi freschi (Pexels)

Il carciofo è un alimento essenziale, fondamentale per la salute delle ossa e del cervello. Un suo consumo regolare, infatti, aiuta a proteggere le funzioni cognitive. Grazie ale sue vitamine B e K e al contenuto di minerali proteggere il cuore il sistema cardiovascolare e aiuta la produzione di globuli rossi. In cucina, è un cibo versatile, adatto per molteplici ricette.

Qualsiasi sia la ricetta che abbiamo in mente di preparare, l’importante è riciclare gli scarti. Questi non andrebbero mai buttati, perché possiamo creare un prodotto eccellente. Che cosa? Un liquore di carciofi buonissimo, ottimo come digestivo post pasto. Come preparare il liquore al carciofo? Basta rimediare:

  • Quattro carciofi
  • 500 ml di acqua
  • 500 ml di alcool puro
  • 530 g di zucchero semolato

A questo punto, possiamo passare alla preparazione, utilizzando i gambi e le foglie scartate dai carciofi stessi. Prendiamo un barattolo di vetro e versiamoci tutti gli ingredienti, compresi gli scarti dei carciofi, una volta che li abbiamo puliti. Chiudiamo ermeticamente il barattolo e agitiamolo vigorosamente.

Lasciamolo in un posto buio e fresco per almeno una settimana, trascorso questo tempo, in pentolino portiamo a ebollizione acqua e zucchero. Dopo qualche minuti spegniamo il fuoco e lasciamo raffreddare. Dunque, apriamo il barattolo e versiamo l’alcool nel pentolino, cercando di filtrarlo bene. In questo modo verrà fuori una specie di sciroppo, mescoliamo ancora e imbottigliamo di nuovo, chiudendo ermeticamente.

Potrebbe interessarti anche → Come sgrassare le bottiglie dell’olio: i consigli migliori

Lasciamo riposare il barattolo per altre due settimane. Dopo due o tre settimane, il nostro liquore sarà pronto. Ottimo come digestivo dopo ogni pasto, buono di gusto e dal profumo intenso. La sua preparazione è davvero semplice, perciò la prossima volta che cuciniamo i carciofi, facciamo attenzione agli scarti. Foglie e gambi ci tornano sorprendentemente utili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *