Come scegliere la mozzarella giusta senza fare errori: consigli utili

Quando andiamo al supermercato può essere difficile scegliere la mozzarella giusta in mezzo alla moltitudine di offerte, ma non dovrai più preoccuparti se seguirai questi consigli.

mozzarella giusta scelta
Mozzarella (Pixabay)

La mozzarella è uno tra i cibi più amati. D’altronde nasce nel nostro Paese, più propriamente in Italia meridionale, dall’esigenza di trasformare in latte conservato in cattive condizioni. Questo è ciò che afferma l’agronomo Ottavio Salvadori Del Prato.

Dal processo di filatura a caldo si è infatti in grado di ridurne l’acidità e non a caso il termine “mozzarella” deriva proprio da “mozzare”, tagliare. Questo breve excursus storico per ricordare quanto la mozzarella sia fondamentale per la nostra tradizione culinaria.

Proprio per questo è davvero un peccato tornare a casa dopo aver fatto la spesa e rendersi conto che la mozzarella che hai comprato non è esattamente quella giusta. Ma fortunatamente puoi evitare che questa situazione si ripeta grazie a questi consigli.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> L’acqua della mozzarella non va buttata: come può essere riutilizzata

Tutti i consigli utili per scegliere la mozzarella giusta

mozzarella bufala
Mozzarella di bufala (Pixabay)

A volte le mozzarelle possono risultare tutte uguali. Ecco perché molto spesso finiamo per acquistare quella più economica, senza indagare più di tanto sulle sue caratteristiche e se si tratta di una mozzarella di qualità oppure no. Solo quando ci troviamo di fronte a una mozzarella di Bufala DOP (Denominazione di Origine Protetta) siamo sicuri che quel prodotto è genuino, ma in questo caso lo possiamo notare anche dal prezzo più elevato.

In realtà le mozzarelle possono avere molte differenze tra loro, noi però che non siamo degli intenditori come possiamo capirlo e scegliere la mozzarella giusta senza fare errori? Guardando bene la confezione. Se compare il marchio STG, ossia Specialità Tradizionale Garantita, vuol dire che la produzione di quella particolare mozzarella è tutelata. Da qui saremo sicuri che la mozzarella che stiamo acquistando è stata preparata seguendo il metodo tradizionale.

Per rispettare i requisiti di questo marchio, la mozzarella dove contenere degli ingredienti ben precisi, quali sale, caglio, fermenti lattici e latte, in specifiche proporzioni. Inoltre non deve contenere coadiuvanti tecnologici o additivi alimentari. Eppure non è raro trovare mozzarelle con acido citrico e correttori di acidità al loro interno. In questi casi le mozzarelle saranno meno saporite rispetto a quelle tradizionali. Questo perché l’acido citrico viene utilizzato per abbassare i costi e accelerare il processo di produzione.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> Richiamo alimentare immediato: l’errore in un tipo specifico di mozzarella

Dunque, ora che sai riconoscere una mozzarella di qualità non farti abbindolare dal prezzo più basso o dalla marca più famosa. Anche i marchi noti possono infatti contenere al loro interno ingredienti non del tutto naturali. L’unica cosa da fare è leggere bene l’etichetta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *