Batticarne, come si usa e perché averlo in cucina fa sempre comodo

Il batticarne è il vero must have per chi vuole cucinare a casa la carne a regola d’arte. Ecco a cosa serve e perché è importante averlo in cucina

batticarne uso
batticarne a martello (Pixabay)

Gli amanti della carne lo sanno: prepararla nel migliore dei modi dipende da una serie di fattori. In primis la qualità, che sia alta e soprattutto che non sia trattata e che arrivi da animali che vengano allevati in maniera sostenibile.

Poi c’è la modalità di preparazione. Perché se è vero che conta la qualità è pur vero che un modo sbagliato di prepararla rovina tutto. Ecco perché anche in casa servono gli attrezzi giusti e per la carne non può mancare il batticarne. Un vero must have che va saputo usare a dovere.

Se ancora non ce l’hai dovresti comprarlo e noi ti spieghiamo come si usa e perché fa sempre comodo averlo in casa.

Potrebbe interessarti anche: Tutti pazzi per il sale Maldon in cucina, tutte le caratteristiche e gli usi

Come si usa il batticarne, tutte le info

Il batticarne è uno di quegli attrezzi da chef casalingo che si compra una volta nella vita. È praticamente indistruttibile ed è difficile che si rompa o si rovini. Dunque acquistato una volta rimane nel kit degli attrezzi da cucina in modo stabile.

Come tutti gli utensili, però, va saputo usare. Partiamo col dire che il batticarne non serve solo a rendere più sottile una fettina ma soprattutto ad intenerirla. La sua funzione principale, infatti, è quella di scomporre le fibre muscolari più dure così da rendere la carne più morbida quando la si mastica. Grazie a questo utensile, infatti, anche i tagli più duri come l’arrosto o la spalla di maiale, diventano soffici in bocca.

Potrebbe interessarti anche: Crema di fave in una duplice versione: tutti i dettagli

Ma come farlo praticamente? Ecco i passaggi fondamentali:

  • Prendere un tagliere ampio e pulito;
  • Avvolgere la carne nella pellicola o nella carta forno;
  • Dare dei colpetti decisi con il batticarne lungo tutto il pezzo

In questo modo la carne diventerà presto morbida e perfetta per realizzare le ricette più diverse: dalle scaloppine che hanno bisogno di fettine sottilissime e morbide, agli involtini, arrosti, cotolette e molto altro ancora.

Tipologie ed usi alternativi del batticarne

Le tipologie di batticarne che si trovano in tutti i negozi di casalinghi sono due: quello a pugno e quello a martello.

Il primo è quello più classico che sicuro abbiamo visto più volte visto in tutte le macellerie. Impugnatura corta ed un grosso disco di acciaio che colpisce la carne.

Il secondo, invece, è decisamente più leggero, e si distingue per un’impugnatura più lunga e due dischi piccolini, uno serve per sfibrare la carne e uno per renderla più sottile.

Tra i due quello a pugno è decisamente migliore in quanto consente di dare bene il colpo e di dosare anche la forza.

Potrebbe interessarti anche: Una cottura senza grassi è possibile grazie a questo ingrediente

Oltre a queste specifiche possiamo dire che il batticarne in cucina può essere utile anche per altri scopi gastronomici. Dà una mano, infatti, nello sbriciolare biscotti, come anche la frutta secca e le spezie. Permette di rompere il torrone e anche la crosta di sale che si compone ad hoc per la cottura sia di carne che di pesce.

E ancora torna utile per schiacciare le verdure lavate e messe sotto sale così da far sgocciolare tutta l’acqua di vegetazione fino ad appiattire la base dei biscotti della cheesecake.

L’avresti mai detto che un batticarne può essere così utile in cucina. Se non ce l’hai ancora ti tocca comprarlo e vedrai che non ne farai più a meno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *