Crema di fave in una duplice versione: tutti i dettagli

Vediamo come poter fare una gustosa crema di fave ma in due versioni, vellutata e purea, per raggiungere i gusti di più persone.

fave
Crema di fave (Facebook)

La crema di fave è un piatto molto famoso, soprattutto nel sud dell’Italia, in cui prende anche nomi diversi. In ogni caso, si tratta di una ricetta apprezzata, diffusa per il suo sapore e per le sue proprietà nutritive. Le fave sono legumi e come tutti i legumi sono ricche di proteine, di fibre, hanno grandi quantità di ferro e di vitamine.

Dunque, questa crema non può mancare nella dieta e nei pasti preparati per la famiglia e per gli ospiti. Non può mancare soprattutto in primavera dal momento che può essere consumata sia calda che fredda. Ma oggi vedremo come fare questa crema in due versioni, come vellutata e come purea.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Frutta e verdura del mese di maggio: i colori della nuova dieta

Qui di seguito troverete sia gli ingredienti che il procedimento per entrambe le ricette. Raccogliete tutto quello che vi serve, se avete intenzione di preparare una o l’altra, e poi seguite tutti i passaggi.

Crema di fave, vellutata e purea: ingredienti e procedimento

Fave (Foto del web)

Per fare la vellutata avrete bisogno di questi ingredienti:

  • 500 g di fave
  • 300 g di patate
  • 150 ml di acqua
  • 100 ml di latte
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • pecorino grattugiato
  • olio extravergine di oliva
  • sale e pepe

Procedete tagliando a pezzettini la cipolla, poi la carota e anche le patate. A questo punto inserite tutto in una pentola con acqua fredda e aggiungete le fave fresche sbucciate. Dovete portare ad ebollizione e cuocete il tutto per una ventina di minuti, ovvero fino a quando il tutto diventerà molto morbido. Aggiungete il latte, poi frullate con l’aggiunta di un filo di olio e sale e pepe a piacimento. Prima di servire questa vellutata cospargete di pecorino.

Per fare, invece, la purea, ecco che cosa vi serve:

  • 300 g di fave secche
  • foglie di alloro
  • olio extravergine di oliva
  • sale e pepe

In questa ricetta le fave devono essere messe in ammollo per circa 12 ore. Poi, devono essere bollite per circa 50 minuti insieme ad alcune foglie di alloro in una pentola chiusa, con fiamma bassa. Il risultato deve essere super morbido. Usate anche qui il frullatore aggiungendo un po’ di olio e un po’ di sale e pepe cime preferite.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Coltivare ortaggi, l’hobby che può garantirci centinaia di euro

In entrambi i casi sarà una vera delizia per il palato, una ricetta che si può usare come contorno in diversi piatti sia a pranzo che a cena. Bontà e salute andranno di pari passo. Buon appetito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *