5 cose che prosciugano le energie di una persona troppo sensibile

Ci sono alcune cose che prosciugano letteralmente le energie nelle persone, soprattutto in una persona troppo sensibile rispetto alla media.

Donna stanca (Pixabay)

Forse qualche volta siete arrivati alla conclusione di essere persone troppo sensibili. Può accadere quando si fa tanto per gli altri, quando si è sempre disponibili perchè si prendono a cuore molte situazioni. Una persona sensibile è anche empatica con il dolore e i problemi di chi le sta attorno, le basta molto poco per soffrire e perdersi nei pensieri, ma anche molto poco per essere felice.

La vita di tutti i giorni porta una serie di eventi e l’umore di una persona molto sensibile può essere davvero molto altalenante nel tempo che passa dal mattino alla sera. Ci si può sentire, ad un certo punto, come se mancassero le energie. Non si tratta di sforzi fisici, ma mentali, di partecipazione, di emozioni.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Scopri quanto sei concreto con il test visivo piscologico della personalità

Anche gli esperti sono giunti alla conclusione che le persone più sensibili della media generale possono avere dei cali importanti di energia. Dunque, vediamo quali sono i comportamenti che possono prosciugare le energie.

5 cose che prendono troppe energie in una persona più sensibile della media

stanchezza
Stanchezza (Foto di Anna Tarazevich da Pexels)

La life coach Alissa Boyer ha condiviso sui suoi canali social le 5 cose che secondo lei prendono troppa energia e queste sono:

  • Dire sì a troppe cose: per non far rimanere male nessuno spesso si prendono troppi impegni, ma bisogna sapere quando fermarsi. È necessario conoscere i propri limiti, in fatto di energia fisica, e organizzarsi di conseguenza;
  • Essere sempre multitasking: per quanto possa sembrare una qualità incredibile, essere multitasking, ovvero fare più cose contemporaneamente, mette a dura prova il cervello. In una persona molto sensibile in cui già il sistema nervoso è compromesso, questo non va bene;
  • Procrastinare cose fastidiose da fare: pensare che si devono fare cose molto fastidiose come le pulizie, come riordinare, qualche impegno, stanca, ma stanca anche rimandarle. La cosa più semplice da fare è farle, poco alla volta, senza stress e senza troppa fatica;
  • Essere troppo disponibili: ascoltare sempre i dolori e gli sfoghi degli altri, rendersi disponibili per aiutare è molto bello e onorevole, ma nel farlo si spendono davvero molte energie. È necessario avere un giusto equilibrio tra quello che si fa per gli altri e il tempo che si decide di prendere per se stessi per recuperare le energie mentali e fisiche;
  • Vivere in un luogo disordinato: per avere un benessere interiore, questo deve esserci anche all’esterno. Quindi, un luogo rumoroso, disordinato non aiuta. È necessario riorganizzare il posto in cui si passa la maggior parte della giornata in modo che infonda tranquillità e serenità.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> La bella stagione è arrivata: che cosa puoi fare per il tuo benessere?

Seguire queste poche cose, fare attenzione a non esagerare e prendersi del tempo per se stessi in modo da proteggersi e da ricaricarsi è molto importante per la propria salute mentale e fisica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *