Consigli su come tagliare i capelli, il metodo per capire il look che ti dona

C’è un modo ideato da un famoso e rinomato parrucchiere che dovremmo tenere presente tra i consigli su come tagliare i capelli. Come funziona.

Un parrucchiere mentre taglia i capelli ad una ragazza
Un parrucchiere mentre taglia i capelli ad una ragazza (Pixabay)

Consigli su come tagliare i capelli, cosa vi serve sapere? A chi non è capitato di chiedere agli amici od al partner come starebbe con la frangia o senza, con un taglio corto oppure con uno lungo e quant’altro. Va detto che a volte una capigliatura del tutto nuova può non essere sempre e solo “traumatica”.

A volte infatti potremmo scoprire nuovi orizzonti e renderci conto di stare sorprendentemente bene, dandoci un taglio oppure facendoci crescere la lunghezza della nostra chioma in maniera ulteriore. A venirci incontro ed a fugare ogni dubbio ci pensa un metodo infallibile, che in certe situazioni potrà risultare migliore anche di tanti altri consigli su come tagliare i capelli.

Metodo che porta la firma di un pregiato hair stylist, John Frieda, molto conosciuto in Inghilterra per le sue creazioni estrose e di classe. Proprio lui ha diffuso un suggerimento molto prezioso e che chiunque abbia intenzione di cambiare look dovrebbe tenere in considerazione.

Potrebbe interessarti anche: Toccarsi i capelli, il significato spiegato dalla psicologia

Consigli su come tagliare i capelli, il metodo consigliato

Un taglio di capelli in corso
Un taglio di capelli in corso (Pixabay)

Lui l’ha chiamata “la Regola dei 2,25 pollici”. Misura che, traslata nel nostro sistema metrico decimale, corrisponde a 0,05715 centimetri. Questa è la distanza che intercorre tra la mandibola ed il lobo di uno dei due orecchi. Ed in base alla quale capire quale sia la lunghezza di capelli ideale tale da donarci nel miglior modo possibile.

Potrebbe interessarti anche: Piastra per capelli: l’errore madornale che si commette spesso

La misura va presa tenendo una matita proprio sotto al mento, orizzontalmente. E poi, in verticale, un righello, proprio sotto all’orecchio. Nella parte in cui i due oggetti si incroceranno si verrà a creare un primo vertice, con l’altro rappresentato da un lobo. Dobbiamo misurare la distanza che separa questi due punti esatti.

Potrebbe interessarti anche: Migliori shampoo riparatori e ristrutturanti per capelli fragili: la classifica

Se questa è inferiore a 2,25 pollici ovvero grossomodo a 5,7 centimetri vorrà dire che i capelli staranno bene con un taglio più corto. Se la distanza sarà più lunga invece sarà più indicato un taglio lungo. Il tutto però compatibilmente con quelle che sono le proprie preferenze ed il proprio desiderio di cambiare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *