Dieta in gravidanza, cosa mangiare nei nove mesi per il bene del bambino

Come funziona una corretta dieta in gravidanza e quali sono le indicazioni che andrebbero seguite per la piena salute dei futuri mamma e figli.

Una ragazza incinta sorride mentre è sdraiata
Una ragazza incinta sorride mentre è sdraiata (Pixabay)

Dieta in gravidanza, quali sono le indicazioni da seguire? Tutti e nove i mesi di gestazione, e poi anche il periodo che fa seguito al parto, sono decisamente delicati dal punto di vista alimentare. E questo accade perché il corpo della donna si trova a vivere una situazione particolare, nel corso della quale tanti processi interni cambiano.

Una buona dieta in gravidanza deve tenere conto anche del bimbo o dei bimbi che abbiamo in grembo. Sostanzialmente è sempre bene seguire quelle che sono le indicazioni tipiche anche di altri schemi alimentari che normalmente seguiremmo anche senza una gestazione da dovere sostenere.

Anche per una dieta in gravidanza quindi i consigli base sono quelli di affidarci a molta frutta e verdura fresche di stagione, e di non tralasciare neppure una quotidiana assunzione di cereali integrali. I carboidrati devono risultare in equilibrio ogni giorno con l’assimilazione di grassi sani e di proteine magre. Ma per quando si è incinta gli esperti consigliano di aumentare anche le dosi di iodio, folato e ferro.

Dieta in gravidanza, il menu dal primo trimestre al terzo

Una donna incinta tiene una mela
Una donna incinta tiene una mela (Freepik)

Cosa che possiamo fare attraverso appositi integratori che il nostro medico di base saprà consigliarci, qualora ci siano tutte le condizioni di sicurezza del caso. Una dieta per quando si è incinte viene di regola suddivisa in tre fasi, ognuna della durata di tre mesi. In questi periodi episodi come nausee, inappetenza e spossatezza potrebbero portare noi che siamo in dolce attesa a non avere un buon rapporto con il cibo.

Questi scompensi sono da ricondurre a delle variazioni di carattere ormonale. Non dobbiamo dimenticare di prendere le proteine necessarie per fortificare i nostri futuri figli. Le principali fonti sono uova, pollo, cagliata e yogurt greco. Ce ne servono 75 grammi al giorno.

I grassi sani li possiamo trarre invece dall’olio d’oliva, dall’olio di cocco e dal burro chiarificato. E fanno benissimo a certi organi del nascituro.

Potrebbe interessarti anche: Cosa significa sognare di essere incinta, la gravidanza o partorire

Le indicazioni da seguire per il benessere dei prossimi mamma e figli

Due indicazioni molto importanti per una dieta in gravidanza sono il bere almeno due litri di acqua al giorno ed il non saltare mai nessuno dei cinque pasti fondamentali quotidiani. Ovvero colazione, spuntino, pranzo, merenda e cena.

Potrebbe interessarti anche: Acqua in gravidanza: ecco quanto dovrebbe bere una donna incinta

Spuntino e merenda possono avvenire con frutta e verdura stagionali fresche o secche. Nel secondo trimestre saranno indispensabili tante vitamine e proteine, assieme ai soliti carboidrati, grassi sani e proteine. In particolare la vitamina D e gli acidi grassi omega-3.

Potrebbe interessarti anche: Bonus gravidanza, se sei incinta ti spettano esenzioni e rimborsi

Infine per gli ultimi tre mesi di gestazione, allo scopo di ultimare la formazione del feto, i carboidrati risulteranno ancora più importanti. Andranno assunti da pasta, pane e riso integrali. E bisognerà non assumere chili in più perché altrimenti potrebbero sorgere episodi di diabete o di ipertesione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *