Piante resistenti: la classifica delle specie più forti e facili da curare

Quali sono le piante più resistenti agli agenti atmosferici? Ecco le piante perfette anche per chi non ha il pollice verde.

Piante forti
(Adobe Stock)

Tutt’altro  che delicate e bisognose di cure e attenzioni, le piante che stiamo per scoprire risultano decisamente resistenti e adatte a sopravvivere anche in condizioni non esattamente ottimali. Non c’è dubbio: sono la scelta o il regalo ideale per chi ama il verde, ma non ha tempo o voglia di dedicarsi a piante che richiedono particolari accortezze.

L’elenco delle piante più forti e resistenti

Belle ed eleganti, le piante rappresentano un vero e proprio elemento di arredo.

Non solo contribuiscono a rendere ambienti interni, terrazzi e balconi accoglienti e colorati, ma purificano l’aria e fanno bene al nostro umore.

Alcune persone, però, potrebbero essere scoraggiate dal fatto che prendersi cura di una pianta potrebbe risultare un’operazione impegnativa. Niente di più sbagliato: ci sono alcune specie che costituiscono una perfetta sintesi tra raffinatezza, prosperità e facilità di gestione.

Curiosi di scoprire le piante più resistenti, perfette per chi ha poco tempo, scarsa voglia, o il pollice nero? In questo elenco rientrano:

  • Primula;
  • Coda dell’asino;
  • Erica;
  • Iris Siberiano;
  • Aloe;
  • Peonia.

Primula

La primula rientra nell’elenco delle piante più resistenti.

Primula
Primula (Adobe Stock)

Originaria di Asia, America e delle aeree dal clima temperato dell’Europa, questa pianta della famiglia delle Primulaceae è forte e vigorosa. Infatti, gli agenti atmosferici non la spaventano e si adatta perfettamente a qualsiasi tipo di suolo, anche se preferisce terreni umidi e non calcarei.

Occuparsi della primula è davvero semplice, e regala grandi soddisfazioni: vederla in fiore, infatti, mette subito di buonumore.

Coda dell’asino

Comunemente nota con il nome di Coda dell’asino, la Sedum Morganianum non può mancare tra le piante più resistenti.

Questa pianta grassa, che presenta le foglie a forma di fagioli, conferisce agli ambienti un effetto scenico a dir poco suggestivo: basterà appenderla perché i suoi steli che possono raggiungere anche una lunghezza di 40 cm scendano dall’alto regalando un tocco elegante e originale alla casa.

Erica

L’Erica è tra le piante più resistenti e vigorose, perfette anche per chi ha poco tempo da dedicare alla cura delle specie vegetali.

Erica
Eeica (Adobe Stock)

Perfetta sia come pianta da appartamento che per il giardino, prospera facilmente fino a creare grandi siepi che raggiungono anche il metro e mezzo di altezza.

Iris siberiano

Raffinato e colorato, l’iris siberiano presenta una sfaccettatura di tonalità, dal blu al giallo, passando per il lilla, il bianco e il viola.

Iris Siberiano
Iris siberiano (Adobe Stock)

Si tratta di una pianta molto resistente, proveniente dalla Turchia settentrionale e dalla Russia. Il suo unico punto debole? La composizione del terreno: dovremmo sempre assicurarci che sia umido e ricco di nutrienti.

Potrebbe interessarti anche: Fiori di maggio, fai sbocciare una esplosione di colore a casa

Aloe

Esteticamente piacevole, oltre che preziosa per la cura della persona, l’aloe è tra le piante più resistenti.

Infatti, si adatta a tutti i tipi di clima e può essere persino tenuta in camera da letto. Non a caso, è nota anche per le sue proprietà depurative dell’aria e degli ambienti in cui si trova.

Potrebbe interessarti anche: Decorare la casa con le piante: le più belle specie da appartamento

Peonia

Infine, la peonia chiude la classifica delle piante più resistenti.

Peonia
Peonie (Adobe Stock)

Appartenente alla famiglia delle Peoniacee, è nota per il suo aspetto elegante e il suo profumo tenue e gradevole.

Non tutti sanno, però, che si tratta della soluzione perfetta anche per chi non vuole rinunciare a un angolo di verde all’interno della propria abitazione, pur avendo poco tempo a disposizione.

Le cure da dedicare a questa pianta, infatti, sono davvero minime e non ne compromettono la prosperità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *