Gli errori comuni che facciamo quando laviamo il viso: i consigli del dermatologo

Lavare il viso è la prima cosa che facciamo al mattino e l’ultima cosa che facciamo prima di andare a letto, eppure commettiamo diversi errori: ecco cosa dice l’esperto.

lavare viso correttamente
Ragazza che sciacqua il volto (Adobe Stock)

Lavare il viso è la prima cosa che facciamo al mattino e l’ultima cosa che facciamo prima di andare a letto, eppure commettiamo diversi errori: ecco cosa dice l’esperto. Alcuni dermatologi hanno stilato una lista degli errori comuni che quasi tutti fanno quando si lavano il volto, errori che possono compromettere la corretta igiene delle pelle e rovinarla.

Per prima cosa, occorre lavare il volto due o tre volte al giorno, affermano i dermatologi, ma non di più, perché strofinando la pelle, questa perde i suoi oli naturali. Troppa acqua toglie gli oli naturali, generando rossori, secchezza e irritazioni di vario genere. Specialmente chi ha la pelle sensibile, deve fare attenzione alla quantità di acqua e a non grattare la cute troppo energicamente. Scopriamo perché ci siamo lavati la faccia sempre in modo scorretto.

Potrebbe interessarti anche → Il modello di pantaloni da avere assolutamente per l’estate

Come lavare correttamente il viso senza fare i soliti errori comuni

detergere faccia errori
Ragazza che si asciuga il viso (Adobe Stock)

Per avere una bella pelle, luminosa e morbida, bisogna seguire delle regole per la pulizia del viso. Lavarsi con acqua tiepida (mai gelata o bollente) al mattino e la sera è un’ottima routine per la cura della cute. Per una corretta skin care, inoltre, occorre applicare sul volto un detergente specifico per il proprio tipo di pelle. Più la pelle è sensibile, magari soggetta ad arrossamenti, eczemi e allergie, più necessita di un detergente delicato, composto da ingredienti lenitivi.

Tra gli ingredienti lenitivi, troviamo glicerina, acido ialuronico o ceramidi. Se la pelle è soggetta ad acne e brufoli, si richiede una crema a base di acido salicilico o di perossido di benzoile, in modo tale da pulire i pori. Le pelli più grasse, invece, hanno bisogno di detergenti schiumogeni che possano esfolliare delicatamente. La raccomandazione principale dei dermatologi è quella di non asciugarsi mai il viso bagnato con l’asciugamano del bagno.

Gli asciugamani, infatti, accumulano polvere, umidità, acari, batteri, e possono sporcare ancora di più la pelle del viso, ostruendo i pori. Meglio usare un tovagliolo di carta morbido per asciugare il volto, tamponando delicatamente, oppure un asciugamano morbido e pulito, tenuto nel cassetto. Se proprio si deve utilizzare un asciugamano, non bisogna mai strofinare la pelle, ma tamponarla.

Potrebbe interessarti anche → Pelle idratata e luminosa: il giusto rimedio è un frutto

In realtà, anche la crema idratante andrebbe tamponata delicatamente sul viso, picchiettando con le dita, oppure formando dei cerchi delicatissimi. In questo modo si evitano arrossamenti. Infine, un’ultima raccomandazione, che riguarda il modo di farsi la doccia. Dopo aver applicato shampoo e balsamo sui capelli, bisogna fare attenzione a sciacquare bene, togliendo ogni residuo di prodotto dalla cute. I residui di shampoo o di balsamo, se non eliminati correttamente, si asciugano sulla pelle, la seccano e la irritano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *