Richiamo alimentare pesce spada: prodotto contaminato, tutti i dettagli

Un prodotto con pesce spada è oggetto di un richiamo alimentare dal Ministero della Salute, vediamo tutti i dettagli.

richiamo alimentare
Pesce spada (Pixabay)

In queste ore protagonista di un richiamo alimentare è un prodotto a base di pesce spada. Il sito ufficiale del Ministero della Salute ne ha dato comunicazione pubblicando una scheda con tutti i dati relativi al prodotto specifico che sembra essere contaminato. Dunque, il suo consumo potrebbe essere pericoloso per la salute, deve essere individuato e non consumato. Ma vediamo tutti i dettagli qui di seguito.

Richiamo alimentare pesce spada: presenza di mercurio nel marchio Noriberica

richiamo alimentare
Richiamo alimentare (Screenshot Ministero della Salute)

Sul sito ufficiale del Ministero della Salute in data 9/05/2022 è stata pubblicata una scheda con un richiamo alimentare che riguarda un prodotto di pesce spada surgelato. Si tratta di Trance di pesce spada mezzaluna surgelate del marchio Noriberica. Questo prodotto è stato confezionato nello stabilimento di Pontevedra in Spagna.

Come potete vedere dai dettagli resi noti il lotto di produzione interessato dal richiamo è P22-059-76 con data di scadenza 30-09-2023. Il prodotto, in particolare, è quello da 150/250 grammi. Il motivo del richiamo è la presenza di mercurio oltre i limiti ammessi dalla legge.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Pesce spada, attenzione a quando non è fresco: il pericolo

Naturalmente si invitano tutte le persone che hanno acquistato in questi giorni il pesce spada a controllare se si tratta proprio di questo prodotto in descrizione. Se dovesse essere così, non si deve assolutamente consumare, ma riportare nel punto vendita per la sostituzione o per il rimborso.

Tracce di mercurio: cosa comporta per la salute

Il mercurio è un metallo che se ingerito si può legare ad alcune cellule provocando una forma di tossicità che può essere sia acuta che cronica. Purtroppo, tracce di mercurio possono trovarsi nel cibo perchè presente nel suolo e nel mare. In particolare, infatti, la minaccia arriva principalmente dai pesci che sono stati pescati in acque contaminate.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Pesce, attenzione alla presenza di mercurio: qual è il più dannoso per la salute

Se si ingeriscono grandi quantità di mercurio i sintomi che si manifestano sono la nausea, il vomito, la diarrea. Nei casi più gravi possono esserci shock, effetti sull’apparato respiratorio e sulla funzionalità dei reni.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *