Masticare la radice di genziana: perché farlo fa bene alla salute

Masticare la radice di genziana è un gesto semplice ma benefico: scopriamo tutti gli effetti positivi sul nostro organismo.

Masticare radice genziana
Fiori di genziana (Pixabay)

La genziana è una pianta erbacea perenne, nota per essere l’ingrediente principale alla base di un ottimo amaro naturale. In realtà, però, le sue doti non finiscono qui: infatti, ha numerose proprietà curative, che fanno sì che questa pianta erbacea possa essere impiegata in svariati trattamenti naturali sotto forma di decotto e tisana. In pochi sanno, però, che anche masticare la radice di genziana ha numerosi benefici sulla nostra salute: ecco quali.

Masticare la radice di genziana: tutti i benefici

Questa pianta dai meravigliosi fiori di colore blu-viola e dalle foglie a forma di campana è originaria dell’Europa centro-meridionale.

Le sue virtù curative sono note sin dall’antichità. Basti pensare, infatti, che veniva utilizzata nel Medioevo come vera e propria panacea di tutti i mali.

L’elevata presenza di mucillagini, del resto, ha tantissime proprietà: da quelle carminative a quelle digestive, passando per l’azione diuretica, antibiotica e tonificante.

Quali sono i benefici che masticare la radice di genziana esercita sul nostro organismo?

  • Purifica il corpo;
  • Migliora la digestione;
  • Igienizza il cavo orale.

Purifica il corpo

La genziana è ideale per tonificare l’organismo, riportandoci a uno stato di benessere psicofisico.

Genziana
Genziana (Pixabay)

Questa pianta, infatti, combatte l’astenia e l’ossidazione cellulare. Pertanto, masticare la sua radice è particolarmente indicato a chi è reduce da lunghi periodi di malattia e necessita di un supplemento rinvigorente che possa contribuire al recupero delle energie.

Allo stesso tempo, l’azione diuretica della radice di genziana è consigliata in caso di cellulite, poiché non solo depura l’organismo, ma combatte la ritenzione idrica, alla base di questo inestetismo.

Migliora la digestione

Masticare la radice di genziana fa bene al sistema digerente, perché ci aiuta a combattere disturbi comuni come nausea, mal di stomaco e gonfiore addominale.

Non solo: l’assunzione di questa pianta contribuisce all’eliminazione di vermi e parassiti intestinali, aiutando la flora batterica a ripristinare il suo normale equilibrio e benessere.

Potrebbe interessarti anche: Masticare le foglie di aneto: proprietà, benefici, effetti collaterali

Igienizza il cavo orale

Masticare la radice di genziana migliora l’igiene dentale.

Questa pianta erbacea, infatti, contrasta la proliferazione di germi e batteri all’interno del cavo orale, riducendo l’accumulo di placca che potrebbe generare l’insorgenza di infezioni e carie.

Inoltre, questa semplice pratica si rivela ideale per mantenere il proprio alito sempre fresco e gradevole, in modo completamente naturale.

Potrebbe interessarti anche: Masticare la radice di liquirizia: proprietà, benefici, controindicazioni

Masticare la radice di genziana: controindicazioni ed effetti collaterali

Quando e perché dovremmo evitare di masticare la radice di genziana?

Genziana
Genziana (Pixabay)

Questa pianta è controindicata alle donne in gravidanza e durante l’allattamento. Inoltre, non dovrebbe essere assunta da chi pressione alta, ulcera allo stomaco e cancro allo stomaco.

Infine, attenzione a non superare le dosi raccomandate: mai superare i 2 grammi di radice essiccata al giorno. In generale, comunque, prima di introdurre questa abitudine nella nostra routine, dovremmo chiedere consiglio al nostro medico di fiducia.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *