Cancro alla prostata, questo alimento tra le cause: non mangiarne troppo

News cancro alla prostata cause, uno studio si aggiunge a quelli compiuti in passato e mette in evidenza un aspetto di grande importanza.

Diversi tipi di prosciutti esposti
Diversi tipi di prosciutti esposti (Pixabay)

Cancro alla prostata cause, un argomento sempre molto delicato e che riceve dei costanti aggiornamenti grazie ai progressi fatti segnare dalla ricerca e dai progressi raggiunti in laboratorio. Da tempo si sa che la assunzione in maniera non regolamentata di determinati alimenti porta ad un aumento delle possibilità di contrarre tale malattia.

Malattia che è appannaggio esclusivo della popolazione maschile. Il cancro alla prostata può colpire a qualsiasi età e tra le sue cause c’è per l’appunto anche l’assunzione di un cibo molto diffuso. Sotto accusa ci sono in particolar modo le carni rosse industrialmente trattate, che sono ricche di nitriti e nitrati, da dovere assumere in quantità limitate.

Tali sostanze hanno il compito di prolungare la conservazione della carne e di preservarne un ottimo aspetto. Ma una volta nello stomaco, i processi digestivi portano alla loro trasformazione in nitrosammine, le quali sono cancerogene. Una presenza a livelli importanti può risultare molto pericolosa.

Potrebbe interessarti anche: Cibi nocivi, la lista di quelli che portano a tumori ed altre malattie

Cancro alla prostata cause, l’assunzione di prosciutto e simili sotto accusa

Un uomo affetta del prosciutto crudo
Un uomo affetta del prosciutto crudo (Pixabay)

La carne rossa, gli insaccati e gli affettati sono sotto accusa. Bisogna mangiarne una quantità contenuta nell’arco di una settimana tipo di alimentazione. C’è uno studio, durato sette anni, che ha analizzato i comportamenti a tavola di oltre 100mila persone che erano solite mangiare ogni giorno questi cibi.

Alla fine 3311 soggetti hanno sviluppato tumori alla prostata nel caso degli uomini ed al seno nelle donne. E queste due rappresentano le forme di malattia grave più diffuse in questa situazione, poi erano sorte anche altre tipologie di male.

Sempre lo studio in questione ha posto in evidenza la pericolosità dell’assumere il corrispettivo di due fette di prosciutto al giorno, crudo o cotto che sia. Fare così metterebbe un individuo a serio rischio di contrarre proprio un tumore alla prostata (nel 58% in più per gli uomini, n.d.r.) e del seno (+25% nelle donne).

Potrebbe interessarti anche: Tumori terapia CAR T, quando applicarla e che efficacia ha

Cosa succede se si mangia troppa carne rossa, sorgono altre patologie

Del prosciutto crudo a fette
Del prosciutto crudo a fette (Pixabay)

Si evince che mangiare troppa carne rossa fa male alla salute. E non solo per l’assunzione di nitriti e nitrati ma anche per il fatto che si tratta di un alimento che, se mangiato ogni giorno in tutte le sue forme, fornisce un elevato quantitativo di grassi.

Potrebbe interessarti anche: Mangiare oltre il limite di sazietà quadruplica il rischio di infarto

Con la conseguenza che si finisce con l’ingrassare facilmente favorendo anche altre problematiche gravi per la salute, come colesterolo in eccesso e difetti dell’apparato cardiovascolare. Gli esperti dietologi e nutrizionisti consigliano quindi di limitare l’assunzione di bistecche, filetti, insaccati ed affettati vari ad una volta alla settimana, due qualche volta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *