Salute del cuore: si può tenere sotto controllo grazie a questa dieta

Uno studio ha dimostrato che per tenere sotto controllo la salute del cuore, bastano l’olio d’oliva e la dieta mediterranea. Ecco perché.

cosa mangiare per il cuore
Alimenti che aiutano il cuore (AdobeStock)

Una nuova ricerca ha dimostrato per la prima volta che, una volta controllati la malattia e i suoi fattori di rischio, l’olio d’oliva e la dieta mediterranea riducono del 25% la probabilità di subire un altro evento che coinvolga l’apparato cardiovascolare. Difatti è risaputo che la dieta mediterranea controlla il colesterolo, mantiene il peso corporeo ottimale e previene l’ipertensione. Questo nuovo studio in particolare, risulta più completo poiché indica ancora di più i benefici di questo tipo di dieta.

La dieta mediterranea è fondamentale nei pazienti che hanno già sofferto di una malattia cardiovascolare, secondo i ricercatori della Società Spagnola di Medicina Interna. Lo scopo della ricerca, la quale ha analizzato più di 1.000 persone nell’arco di sette anni, è quello di dimostrare quale tipo di dieta (mediterranea o a basso contenuto di grassi) fosse più vantaggiosa per prevenire un altro evento coronarico. L’età media dei partecipanti era di 59 anni, cioè proprio quando l’incidenza delle malattie cardiache è più alta. E la maggior parte dei volontari erano uomini (82,5%).

Ti potrebbe interessare anche >>> Gambe gonfie: è importante controllare cuore e polmoni, i motivi

La dieta migliore per aiutare la salute del cuore è quella mediterranea secondo lo studio spagnolo

olio d'oliva e cuore
Olio d’oliva (Unsplash)

Questo studio ha dimostrato per la prima volta che, una volta controllata la malattia e i suoi fattori di rischio, se si segue una dieta mediterranea, la probabilità di subire un altro evento cardiovascolare si riduce drasticamente. Confrontandola con una dieta esclusivamente povera di grassi, quella mediterranea si è dimostrata più efficace per la salute del cuore. È riuscita a ridurre la possibilità di manifestare un evento coronarico del 25%. I pazienti più a rischio (con pressione alta, sovrappeso o obesità, colesterolo o diabete) hanno maggiori probabilità di soffrire di malattie cardiovascolari più volte.

Pertanto, se si segue una dieta mediterranea, si evita l’insorgenza di un’altra malattia cardiovascolare, che potrebbe essere un infarto, un ictus o addirittura una morte improvvisa. È una dieta che si distingue per l’elevato consumo di vegetali (frutta, verdura, legumi e noci), pane e olio d’oliva. L’olio extra vergine di oliva è il prodotto che ha fatto la differenza.

Ti potrebbe interessare anche >>> Pressione alta: per abbassarla gli esperti consigliano questi frutti

La Fondazione Dieta Mediterranea stabilisce un decalogo per seguire un’alimentazione che tenga lontano le malattie:

  1. Mangiare in abbondanza alimenti di origine vegetale (frutta e verdura);
  2. Consumo giornaliero di alimenti caseari (formaggio, yogurt, ecc.);
  3. Utilizzare l’olio d’oliva come grasso principale;
  4. Mangiare la carne rossa con moderazione;
  5. Preferire gli alimenti integrali;
  6. Pesce almeno una/due volte a settimana;
  7. Optare per prodotti di stagione e freschi;
  8. Il dessert ideale è la frutta. Dolci e torte infatti vanno consumati occasionalmente;
  9. Consumare il vino con moderazione;
  10. Fare attività fisica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *