Allarme per la salute, encefalite da zecche, un’infezione pericolosa

I casi sono sempre più in aumento e la popolazione è in allarme, a rischio la nostra salute a causa di un’infezione pericolosa, l’encefalite da zecche.

infestazione zecche estate
Una zecca in primo piano (Pixabay)

I casi sono sempre più in aumento e la popolazione è in allarme, a rischio la nostra salute a causa di un’infezione pericolosa, l’encefalite da zecche. L’estate 2022 porta con sé un nuovo allarmante pericolo, diffuso proprio dalle zecche. La Fondazione Mach di San Michele all’Adige, dopo aver effettuato uno studio sull’infestazione da zecche, non ha dubbi: c’è un nuovo pericolo per la nostra salute.

Il 2022 potrebbe essere, dunque, un anno davvero brutto. L’encefalite è un’infiammazione del cervello che comporta gravi conseguenze. Parte tutto come una semplice influenza, i sintomi sono più o meno gli stessi, ma poi degenera, aggravandosi sempre più. Agire tempestivamente è essenziale per evitare danni perenni. Le cause sono i morsi di zecca, che trasmettono virus, germi e batteri che danneggiano il sistema immunitario e attaccano il cervello. Come agire?

Potrebbe interessarti anche → Scatola nera in auto, presto sarà obbligatoria: cosa rischi se non la monti

Danni gravissimi per l’encefalite da zecche, infezione al cervello

infezione zecche cervello
Passeggiata nel parco (Pixabay)

Specialmente i soggetti con basse difese immunitarie dovrebbero fare maggiore attenzione. La Fondazione Mach, attraverso il suo attento studio sulle zecche e sull’interazione che questi parassiti hanno con l’uomo, ha evidenziato alcuni punti chiave. Tutto parte dall’anno 2020, quando, per cause dipendenti dal clima, si sono registrate altissime concentrazioni di polline nell’aria.

Il polline, soprattutto quello di alberi come faggio o querce, è correlato alla diffusione dell’infezione. Il polline è l’alimentazione di alcuni tipi di roditori. I roditori, a loro volta, sono attaccati da zecche. È un circolo vizioso che, negli ultimi due anni, si è moltiplicato a dismisura, fino a coinvolgere l’uomo. L’Unità di Ecologia Applicata e l’Unità di Botanica Ambientale de Centro Ricerca e Innovazione della Fem hanno confermato  i dati raccolti.

Tra la fine della primavera e l’inizio dell’estate ci sarà la prima esplosione di infezione tra la popolazione. Significa che tanti contrarranno la malattia a causa del morso di una zecca. Non solo encefalite, ma anche Malattia di Lyme o Rickettsiosi. È importante prevenire l’attacco infestante di zecche, fare attenzione quando si passeggia all’aperto, in parchi e boschi.

Potrebbe interessarti anche → Come eliminare gli insetti, via da casa e giardino in modo naturale

È fondamentale, dopo essere stati all’aperto, controllare bene vestiti, borse e accessori, e pulirsi per bene. Occorre fare attenzione anche ai propri animali domestici e pulire attentamente giardini, terrazzi e aree verdi. Prendere in tempo l’infezione è fondamentale per la salute. La Fondazione Mach monitora la situazione e fornisce dati accurati sui territori più colpiti e le zone più a rischio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.