La lista dei 5 ortaggi più contaminati in Europa, c’è da stare attenti

Il Pesticide Action Network (PAN) Europa ha stilato, nel nuovo rapporto, la lista dei cinque ortaggi più contaminati dai pesticidi.

pesticidi verdura Europa
Verdura ortaggi (Pixabay)

Il Pesticide Action Network (PAN) Europa ha stilato, nel nuovo rapporto, la lista dei cinque ortaggi più contaminati dai pesticidi. Vediamo in questo articolo quali sono! La strategia “dal produttore al consumatore” del 2020, prevedeva che l’Unione Europea si sarebbe impegnata per dimezzare l’utilizzo dei pesticidi entro il 2030. Dall’ultimo rapporto del PAN, però, emerge uno scenario opposto.

Sembrerebbe, infatti, che la riduzione dei pesticidi non sia attualmente sufficiente ad arrivare a una diminuzione del 50% entro il 2030. Il rapporto del PAN è stato stilato proprio per smentire quanto affermato dalla Commissione Europea, dando quindi un’evidenza concreta e delle prove sulla quantità di pesticidi che effettivamente finiscono negli alimenti. Più in dettaglio, sembrerebbe che dal 2019 è già in atto una riduzione del 12% rispetto al biennio 2015-2017.

Potrebbe interessarti anche → Caro spesa: aumenti fino all’85% rispetto all’anno scorso

Pesticidi negli alimenti, gli ortaggi più contaminati

alimenti contamnati tavola
Piatto con cavolini di Bruxelles (Pixabay)

È emerso che, tra il 2011 e il 2019, le verdure contaminate dalla categoria più pericolosa di pesticidi sono aumentate drammaticamente. L’aumento di frutta e verdura possibilmente nocive va, inoltre, di pari passo con l’aumento dei pesticidi utilizzati. Al contrario di quanto affermato dalla Commissione Europea nel 2019, infatti, la percentuale di frutta e verdura contaminata dai pesticidi più pericolosi è aumentata di quasi il 9% rispetto al biennio 2015-2017.

Andando più in dettaglio sulla pericolosità di alcuni pesticidi, quelli definiti più pericolosi fanno parte di una categoria maggiormente collegata a una serie di malattie croniche, quali tumori, problemi cardiovascolari o diabete. Sono prodotti altamente tossici non solo per l’organismo umano ma anche per l’ambiente. Dall’esito del rapporto ne deriva che le leggi da attuare per promuovere un’agricoltura più sostenibile sono attualmente ignorate.

La conseguenza è che i consumatori sono esposti a un rischio e a una esposizione chimica in crescita. Sulla base dell’esito di questo rapporto, l’Unione Europea chiede un’azione politica concreta, affinché il sistema alimentare europeo metta in atto un piano che possa favorire la sostenibilità. Il rapporto stilato, oltre a lanciare un allarme, svela anche quali sono i cinque prodotti più contaminati.

Per quanto riguarda le verdure, tra gli ortaggi che ad oggi risultano più contaminati sono:

  1. sedano (50%)
  2. sedano rapa (45%)
  3. cavolo riccio (31%)
  4. cicoria witloof (indivia belga) (28%)
  5. cavolini di Bruxelles (26%)

Potrebbe interessarti anche → Tutti i richiami alimentari della settimana: attenzione a questi prodotti

Come abbiamo visto, la relazione del PAN mostra chiaramente che l’uso dei pesticidi più pericolosi non è in calo come dichiarato dalla Commissione Europea ma, al contrario, è in aumento. Grazie al rapporto del PAN, le autorità competenti metteranno in atto un’azione concreta per far sì che l’agricoltura europea vada verso una direzione più sostenibile, per il bene dei consumatori e dell’ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *