Trombosi: attenzione alla grande incidenza nelle donne giovani

La scarsa informazione porta a molte vittime di donne giovani a causa della trombosi, ma ecco i risultati delle ultime ricerche.

sintomi trombosi gambe
Donna giovane (Pixabay)

Quando si sente il termine trombosi troppo spesso il pensiero va a persone anziane e in sovrappeso. Questo istinto è dovuto ad una disinformazione continua riguardo questa patologia. In realtà, ad esserne colpite sono soprattutto le donne giovani.

Con il termine trombosi si indica la conseguenza dell’ostruzione di un vaso sanguigno a causa di un coagulo di sangue. È la terza malattia cardiovascolare più diffusa e comprende due condizioni: l’embolia polmonare e la trombosi venosa profonda. Queste sono interconnesse inevitabilmente tra loro. I trombi si formano più comunemente nelle gambe. Da questi alcuni frammenti si possono staccare e andare in altri organi causando l’embolia.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Trombosi: i sintomi in base alla posizione del coagulo di sangue

Non bisogna mai sottovalutare questa condizione perché i fattori di rischio possono risiedere anche semplicemente nella genetica, non solo nell’obesità. Ma vediamo qui di seguito che cosa hanno evidenziato le ultime ricerche in merito.

Trombosi: attenzione a questa patologia, si verifica più spesso in donne giovani

trombosi trattamenti
Trombosi (Unsplash)

Non bisogna commettere l’errore di pensare che patologie come la trombosi, l’ictus o l’infarto avvengano sempre e solo in persone anziane, con problemi di sovrappeso. Si verificano molto più spesso in persone giovani, soprattutto donne, e negli ultimi anni i casi di decessi per questo sono aumentati.

Uno studio molto interessante arriva dalla Scozia. La ricerca è iniziata a seguito della volontà del padre di una ragazza di 23 anni morta proprio di trombosi. Si era recata al pronto soccorso lamentando dolori atroci ad una gamba, ma è stata mandata a casa per poi scoprirne la terribile evoluzione qualche giorno più tardi. Negli ultimi anni, prima della pandemia da Covid-19, i decessi sono aumentati e riguardano molte donne under 40.

Secondo il padre della ragazza questo sta accadendo perché i medici sottovalutano la patologia attribuendola a persone anziane e, quando una ragazza si presenta al pronto soccorso con dei dolori, non le viene data la giusta attenzione. Scartare diagnosi di questo tipo soltanto perché attribuite nel tempo a persone anziane sta provocando moltissime vittime in tutto il mondo.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Trombosi: i primi sintomi da conoscere e non sottovalutare

Ricordiamo che i sintomi sono dolore forte al polpaccio, alla coscia, in tutta la gamba, gonfiore, pelle che diventa calda e rossa. È vero che una persona anziana è più a rischio, ma ci sono fattori di rischio anche nelle persone giovani. Le donne assumono spesso contraccettivi, ad esempio, uno dei maggiori fattori di rischio, così come possono essere in sovrappeso o semplicemente avere una predisposizione genetica ereditata dai genitori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.