Trombosi: i sintomi in base alla posizione del coagulo di sangue

La trombosi è una condizione che si verifica per la presenza di un coagulo di sangue, ma i sintomi sono diversi in base alla sua posizione.

coagulo di sangue
Coagulo di sangue (Pinterest tecnologia-ambiente.it)

La trombosi è una malattia cardiovascolare che si presenta come conseguenza della formazione di un coagulo di sangue in un vaso sanguigno. Questo coagulo ostacola il passaggio del sangue con tutte le sue sostanze nutritive e, soprattutto, con l’ossigeno che deve portare nelle varie parti del corpo. Le conseguenze di questa interruzioni possono essere anche molto gravi.

Questa ostruzione prende il nome di trombo e tra le conseguenze più gravi ci sono l’ictus (come conseguenza dell’interruzione di ossigeno al cervello) e infarto (interruzione di ossigeno al cuore). Ma può capitare anche che questo coagulo, magari di piccolissime dimensioni, non dia alcun tipo di fastidio oppure inneschi dei sintomi veramente leggeri, quasi trascurabili.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Vista annebbiata: la trombosi può esserne la causa

In ogni caso, dovete sapere che a seconda della posizione esatta in cui si forma un trombo il corpo manda dei segnali diversi e specifici. Vediamo allora di cercare di capire come cambiano i sintomi in base alla posizione del coagulo.

Trombosi: i sintomi sono diversi in base alla posizione del coagulo di sangue

Flusso di sangue (Pixabay)

Un coagulo di sangue può formarsi in diverse zone del nostro corpo. A seconda della zona i sintomi cambiano:

  • Gambe e braccia: di solito si parla di trombosi venosa profonda quando un coagulo si forma in profondità in un braccio o in una gamba. In questo caso si può avvertire dolore, può esserci gonfiore e cambiamento di colore della pelle, da rosso a viola. Arriva anche il prurito, il calore e crampi nella zona interessata. Si forma un edema che può aumentare il dolore al tatto;
  • Cervello: in questo caso possono manifestarsi delle difficoltà con il linguaggio, problemi alla vista, sensazione di debolezza in una parte del corpo, convulsioni;
  • Cuore: un coagulo dentro o nelle immediate vicinanze del cuore può dare un dolore al petto e al braccio sinistro, una forte sudorazione e difficoltà a respirare;
  • Polmoni: in questo caso si parla di embolia polmonare che inizia in una gamba o in braccio e arriva agli organi responsabili della respirazione. In questo caso i sintomi sono difficoltà nel respirare, fiato corto, vertigini, tosse, sudorazione e dolore al petto;
  • Pancia: se accade nelle vene dell’intestino allora ci sarà nausea, vomito, gonfiore, diarrea, sangue nelle feci, dolore e crampi;
  • Reni: qui la zona è delicata perchè coinvolge diverse altre parti del corpo, quindi i sintomi sono nausea, vomito, dolore alla gamba e al fianco, febbre, sangue nell’urina, pressione alta, gonfiore alle gambe, problemi a respirare.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Anticoagulanti naturali per prevenire trombi e trombosi

Quando il corpo manda dei segnali, gravi o trascurabili, è opportuno fare un controllo sempre per capirne la causa e intervenire tempestivamente se necessario. Cercate di non sottovalutare mai segni diversi dal solito e di rivolgervi sempre al vostro medico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *