Gelato al posto del pranzo? Quale scegliere e quanto mangiarne

È possibile mangiare un buon gelato a pranzo al posto di un altro tipo di pasto? Bisogna sapere quale scegliere e quanto mangiarne, ecco cosa c’è da sapere.

Sostituire pranzo con gelato
Coppa di gelato (Screenshot da Facebook)

Chi non ama il gelato? Soprattutto d’estate è davvero difficile resistere di fronte alla sua incredibile bontà e freschezza. Capita spesso di non avere troppo appetito a pranzo a causa del caldo estivo, in questi casi l’unica soluzione è mangiare piatti freddi e sfiziosi che possano far tornare fame e buon umore.

Anche il gelato può essere una buona idea a pranzo? In molti si chiedono infatti se può sostituire un pasto, a rispondere a questa domanda ci ha pensato Francesca Albani, dietista clinica all’Humanitas San Pio X a Milano, dicendo: “Non sempre: non deve essere un’abitudine ma un’alternativa.” Ha fatto poi sapere che il gelato non è un pasto equilibrato perché non contiene tutti i macro e micronutrienti come carboidrati complessi, vitamine, fibre, proteine, grassi e sali minerali, naturalmente tutti nelle giuste proporzioni.

In termini calorici il discorso però cambia, in questo caso infatti una coppetta media di circa 350 grammi con tre gusti può essere considerata un equivalente pasto. Se si sceglie però una coppetta con due palline di gelato nel giro di poche ore si avrà di nuovo fame. Se durante la settimana si segue un’alimentazione sana e equilibrata almeno una volta a settimana si può mangiare il gelato, se si pratica sport anche più volte.

Sostituire il pranzo con un buon gelato, quali gusti scegliere e quanto mangiarne

Gelato come pranzo
Gelati artigianali (Screenshot da Facebook)

Mangiando il gelato si assumono perlopiù zuccheri e grassi, le proteine della panna o del latte rappresentano solo una minima parte. In quelli alla frutta, invece, ci sono solo zuccheri. Mancano quindi i  carboidrati complessi e le fibre, in quelli a base d’acqua o alla frutta mancano anche le proteine.

Potrebbe interessarti anche: Mangiare gelato e non ingrassare: ecco come fare

Tra i gusti da prediligere c’è sicuramente il gelato allo yogurt, questo è considerato il più completo perché, anche se in piccola parte, conserva fermenti lattici e proteine del latte. Ottimo anche il cioccolato fondente, soprattutto se non è fatto con il latte, il cacao è infatti ricco di flavonoidi. Optate anche per gusti alla frutta poiché sono meno calorici di molti altri.

La dietista consiglia di mangiare gelati artigianali realizzati con genuini ingredienti. Per quanto riguarda la quantità meglio optare per una coppetta media, vi farà assumere qualche caloria in più ma resterete sazi fino al prossimo pasto. In merito alla scelta dei gusti l’associazione perfetta a parer suo è: un gusto alla crema, uno alla frutta e uno al cacao, in questo modo in termini nutrienti sarà più bilanciato.

Potrebbe interessarti anche: Diabete: è permesso mangiare il gelato?

Se siete a dieta non dovrete rinunciare completamente ad un buon gelato durante la calda stagione estiva. In questo caso è possibile concedersi una piccola coppetta con due gusti ogni dieci giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *