Problemi di olfatto, potrebbero nascondere qualcosa di molto grave

I problemi di olfatto che ad un certo punto potrebbero sorgere possono essere il segnale per delle situazioni che vanno tenute sotto controllo.

Una donna inquadrata in primo piano
Una donna inquadrata in primo piano (Pixabay)

Problemi di olfatto, in certi casi questa cosa potrebbe rappresentare una spia per un problema da non sottovalutare. A volte la comparsa di un segnale fisico che appare di colpo, senza alcun preavviso, e che assume un carattere di costanza e di cronicità, va preso proprio come un qualcosa che deve essere necessariamente approfondito.

In questi modi è possibile fare prevenzione e scovare eventualmente qualcosa che non va. Meglio sempre muoversi in tempo, qualora dovesse accadere una cosa del genere. Così sarà più facile intraprendere le dovute contromisure. E vale lo stesso per i problemi di olfatto.

Generalmente questa problematica sorge quando ci si becca un raffreddore. In quella situazione le vie nasali risultano essere ostruite dal muco ed i recettori degli odori vengono messi temporaneamente fuori gioco. Così incappiamo in dei problemi di olfatto e non solo: anche la respirazione diventa infatti più complicata.

Potrebbe interessarti anche: Olfatto e Alzheimer: se non senti bene questi odori sei a rischio

Problemi di olfatto, l’anosmia e non sentire odori e sapori: cosa può provocarla

Donna in primo piano
Donna in primo piano (Pixabay)

Tra le complicazioni che vanno ascritte nel novero delle problematiche croniche c’è invece la anosmia, che rappresenta la totale perdita delle capacità olfattive. Quando essa è solo parziale viene invece chiamata iposmia. E la cosa influenza anche la capacità di recepire correttamente i sapori.

Potrebbe interessarti anche: L’olfatto è alla base del rapporto col cibo, in base a questo scegliamo se mangiare o meno

Tale condizione avviene quando si è in prossimità della terza età. Altre cause sono possibili traumi fisici al capo o l’attacco da parte di diversi virus di varia natura, oppure anche problematiche neurologiche. In questo caso parliamo di morbo di Alzheimer, sclerosi multipla e non solo.

Potrebbe interessarti anche: Eliminare i cattivi odori, i metodi a costo zero per bagno e cucina

Oppure la perdita di olfatto può essere collegata all’assunzione di alcuni tipi di farmaci. Senza considerare come anche la comparsa di polipi, tumori ed altre patologie che colpiscono l’area nasale possono avere come loro effetto più evidente proprio l’avere smarrito la capacità di avvertire gli odori. Ad ogni modo, nel caso in cui questa cosa dovesse manifestarsi in maniera prolungata ed ininterrotta, il consiglio è quello di procedere subito con un consulto medico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *