Piante forti e rigogliose grazie al riso, un potente fertilizzante

Tra i numerosi rimedi per rafforzare le piante di casa e per renderle rigogliose e sane, possiamo sfruttare il riso come potente fertilizzante.

acqua riso fertilizzante
Manciata di riso per piante (Pexels)

Tra i numerosi rimedi per rafforzare le piante di casa e per renderle rigogliose e sane, possiamo sfruttare il riso come potente fertilizzante. Non ci avevate mai pensato, dite la verità? E invece, il riso è un ottimo ingrediente che comporta grossi benefici per il nostro verde, sia per le piante ornamentali, quindi piene di fiori, che per le piantine aromatiche.

È arrivato il momento di concimare le piantine di casa, specialmente in questo periodo, dove il sole e il grande caldo ne mettono a dura prova la sopravvivenza. Come creare un ottimo fertilizzante utilizzando il riso? Prima di tutto, occorre specificare che funziona con effetti maggiori sulle piante acidofile, quindi che necessitano di un terreno con pH acido. Le più adatte, dunque, sono ortensie, limoni, ciliegi, bouganville, gerani, azalee o gelsi. Come agire?

Potrebbe interessarti anche → Alcune informazioni da conoscere prima di coltivare una pianta di glicine

Come creare un potente fertilizzante a base di riso per le nostre piante

acqua riso piante
Cura del verde (Pexels)

Tutto quello che ci occorre, per preparare il nostro fertilizzante, è pochissima roba, tanto che non dovremo investire alcun soldo:

  1. Una manciata di riso (200 grammi circa)
  2. Un paio di litri di acqua
  3. Colino
  4. Pentola

Mettiamo il riso nella pentola e aggiungiamo l’acqua distillata. Sciacquiamo il riso e mescoliamolo per bene e per un paio di minuti. Lasciamo a riposo per qualche ora. Filtriamo l’acqua con un colino e versiamo l’acqua, ormai diventata biancastra, in un flacone.

Il riso avrà rilasciato in acqua tutte le sue proprietà, a partire dall’amido, ma anche i suoi minerai, in particolare fosforo e potassio. Una volta trasferito il tutto in un flacone, versiamolo nel terriccio delle piante. Questa operazione deve essere ripetuta ogni due settimane. Stesso discorso se cuciniamo del riso, basta recuperare l’acqua di cottura, lasciarla raffreddare, e versare nei vasi dove teniamo le piante. In questo caso, però, l’acqua non deve contenere sale.

Potrebbe interessarti anche → Come curare le foglie delle tue piante quando diventano gialle

Insomma, con poco abbiamo creato un potente ed economico fertilizzante da utilizzare con facilità. Le nostre piante ringrazieranno, potranno sopportare il caldo dell’estate perché saranno sempre nutrite. Inoltre, i fiori appariranno più lucenti, sani e rigogliosi. Non resta che provare questa facilissima soluzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *