Come curare il pothos d’estate: tutte le cose a cui fare attenzione

Ci sono una serie di cose a cui fare attenzione per questa pianta, vediamo come curare il pothos con l’arrivo dell’estate.

pothos
Pothos (Pinterest, paisleyplants.com)

Il pothos è una delle più tipiche piante d’appartamento ed è molto diffusa nelle case delle persone. È una pianta originaria delle isole del Pacifico ed è rampicante o prostrata. Il suo grande successo è dovuto alla sua resistenza. Anche le persone più sbadate, quelle meno esperte possono prendersene cura, perché queste piante hanno bisogno veramente di poche cose.

Tuttavia, se avete una pianta di potos in casa, dovete conoscere le sue caratteristiche per trattarla bene. Inoltre, adesso che è arrivata l’estate è molto importante fare ancora più attenzione. Ci sono alcune cosa da fare in particolare per fare crescere in salute la pianta. Attraverso pochi accorgimenti garantirete una buona salute.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Il pothos ha una foglia gialla: gli serve aiuto, causa e rimedio

Con tutti gli aspetti da considerare durante la calda stagione, ecco come comportarvi con il vostro pothos (o potos). Continuate a leggere per capire che cosa dovete fare.

Come curare il pothos d’estate: consigli utili

pothos, come mantere le belle sfumature bianche
pothos (Pixabay)

Il pothos è una pianta che può resistere molto a lungo, anche se vi dimenticate di innaffiarla, anche se vi dimenticate quali sono le condizioni ideali in cui deve stare. Tuttavia, le altissime temperature dell’estate potrebbero rovinarla. Allora, ecco i nostri consigli da mettere in atto:

  • Tenete la pianta lontano dal condizionatore: l’aria artificiale fredda crea nella pianta uno shock termico. Naturalmente non vanno bene tutti gli sbalzi di temperatura, possibili in questa stagione;
  • Le foglie hanno bisogno di acqua: con frequenza regolare dovete nebulizzare acqua su tutta la pianta in modo che le foglie possano avere un po’ di refrigerio nei mesi caldi;
  • Annaffiare di più: sopra i 20 gradi l’acqua gli serve ogni 3 giorni, se la temperatura è maggiore di 30 gradi, allora ne avrà bisogno ogni giorno;
  • Prevenire le infestazioni: usate prodotti appositi, come l’olio di neem;
  • Bagnare il sottovaso: in questo modo garantirete la giusta umidità alla pianta e un po’ d’acqua in più che al bisogno può prendere.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Pothos: il posto migliore per questa pianta è il bagno

Se seguirete con attenzione queste piccole regole la vostra pianta vivrà benissimo anche in estate e non avrà nessun problema. Attenzione all’eccessiva preoccupazione e cura, troppa acqua non va bene, farebbe marcire le radici e, di conseguenza, la pianta si ammalerà in pochissimo tempo. Sentite sempre il terreno con le mani prima di procedere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *