Summer smog: “siamo tutti in pericolo”

Summer smog: “siamo tutti in pericolo” è l’allarme degli esperti. Di cosa si tratta e cosa stiamo davvero rischiando?

Smog e caldo problema
Città inquinata (Pixabay)

Summer smog è un’espressione da poco coniata per indicare la congiunzione di due condizioni particolarmente sfavorevoli, che si influenzano in maniera recirpoca in maniera negativa, minacciando da vicino la nostra salute. Come venirne fuori?

Per capire di cosa si stia parlando e cosa si stia rischiando, continuate la lettura.

Ti potrebbe interessare anche->Secondo un recente test, è questa la migliore mozzarella di bufala che puoi acquistare

Summer smog, il rischio è grande e coinvolge tutti, nessuno escluso

Inquinamento cittadino come fare
Fabbrica (Pixabay)

Lo smog è un problema non più ignorabile su cui si cerca, in via crescente, di concentrare l’attenzione. Ci siamo resi conto, nei mesi della reclusione dovuta alla pandemia che il grado di smog è crollato significativamente in un brevissimo tempo. Segno che basterebbe davvero poco per cercare di creare un ambiente migliore. Eppure, anche quel poco, ci sembra uno sforzo troppo significativo da fare davvero, non ci riusciamo davvero.

Ti potrebbe interessare anche->Dieta estiva: il metodo scientifico per mangiare in modo più sano

Ma se il problema dello smog è posto in maniera forte e problematica in tutte le stagioni, in estate la combo delle alte temperature con le sostanze inquinanti sembra essere particolarmente rischiosa. Si parla già di summer smog e nessuno è al sicuro, da nessuna parte. La principale componente che ci farebbe ammalare sarebbe proprio l’ozono, che ci colpisce da vicino, in città e negli spazi verdi.

I rischi per la salute sono molteplici. Ad essere colpiti sono il sitema nervoso, il sistema cardiovascolare, in misura enorme il sistema polmonare. Si rileva un aumentato rischio di infarti e ictus. Non sembra, inoltre, finita qui: il rischio è anche di peggiorare la propria salute mentale. Allo studio la possibile correlazione tra depressione e inquinamento atmosferico. Concreto rimane il pericolo per le donne in gravidanza.

Ovviamente, un pericolo e un allarme come questo richiede un intervento che sia strutturale in maggioranza. Non basta appellarsi al singolo individuo. Per quanto i cambiamenti inizino dal cambiamento del singolo, questa faccenda richiede un intervento su larga scala.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *