Aumento bollette 2022, l’elettrodomestico che ti fa spendere un botto

C’è un qualcosa che abbiamo tutti in casa e che aggrava di molto l’aumento bollette 2022 se non lo utilizziamo in modo corretto. Di cosa si tratta.

Una presa della corrente elettrica
Una presa della corrente elettrica (Freepik)

Aumento bollette 2022, la problematica è ormai concreta da mesi e pesa su quello che è il bilancio che milioni di famiglie e tantissime aziende di dimensioni medie e piccole sono tenute a pagare. È da inizio anno che le utenze della luce e del gas sono salite a dismisura rispetto ad un anno fa.

Il rapporto con i vari trimestri del 2021 riferisce di rincari mostruosi, con l’aumento delle bollette 2022 che ha richiesto degli interventi straordinari per potere essere arginato. Il Governo ha deciso di intraprendere una serie di provvedimenti straordinari, ragionando trimestre per trimestre allo scopo di tendere una mano a cittadini ed imprenditori.

Ed infatti l’aumento bollette 2022 ha visto l’adozione e poi la conferma di misure quali il bonus sociale, l’azzeramento degli oneri di sistema, il taglio dell’Iva al 5 sul gas…il tutto in attesa che la situazione possa trovare degli sbocchi per avviarsi verso una normalizzazione.

Aumento bollette 2022, luce e gas alle stelle

Una donna mentre utilizza il ferro da stiro
Una donna mentre utilizza il ferro da stiro (Pixabay)

Senza queste misure, a luglio sarebbero scattati dei rincari molto pesanti, che avrebbero portato la corrente elettrica a salire del 17% ed il gas di almeno il 40% rispetto ai costi del trimestre aprile-giugno. Intanto possiamo anche fare altro, come ad esempio limitare i consumi in casa. Bisogna quindi adottare comportamenti parsimoniosi.

L’uso di tanti elettrodomestici deve essere sottoposto a delle limitazioni. Tenere acceso il condizionatore per tutto il giorno comporta un esborso di centinaia di euro in bolletta, oltre a fare potenzialmente male alla salute. Ma ci sono anche altri macchinari e strumenti che funzionano tramite la corrente elettrica ed ai quali dobbiamo fare attenzione.

Oltre alle già tanto citate lavatrice, lavastoviglie ed asciugatrice, c’è anche un’altra insidia, legata in particolare al ferro da stiro. Quest’ultimo ha un consumo importante, in quanto comporta il preriscaldamento e poi il consumo di energia per restare incandescente.

Potrebbe interessarti anche: Mercato libero, il fornitore che stai per cambiare può toglierti luce e gas?

Come fare per risparmiare con il ferro da stiro

Un modo per risparmiare con il ferro da stiro è iniziare ad utilizzarlo proprio mentre è in fase di riscaldamento. E quando sarà caldo al punto giusto, potremo staccare la spina dal momento che si manterrà su temperature alte ancora per alcuni minuti.

Potrebbe interessarti anche: Bonus Bollette, requisiti e come richiederlo per pagare di meno

Un trucchetto che torna utile anche con il forno, che possiamo spegnere una decina di minuti prima della raggiunta cottura proprio perché al suo interno permarrà una elevata temperatura. Anche una adeguata manutenzione, apportata con frequenza costante, contribuisce a tenere elevate le prestazioni e bassi i consumi del nostro ferro da stiro. Cosa che senz’altro ci aiuterà a contrastare l’aumento bollette 2022.

Potrebbe interessarti anche: Risparmiare sulla energia elettrica, in casa ed in azienda: la soluzione ideale

E naturalmente non sempre c’è l’esigenza di stirare i nostri abiti. Se li stendiamo come si deve, non avremo bisogno di tale elettrodomestico. Adottiamo questi consigli per migliorare risparmi ed economia domestica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *