Oneri di sistema, cosa sono e quanto paghiamo in più nelle bollette

In che consiste la presenza degli oneri di sistema, cosa sono e quali spese comportano in aggiunta ai consumi effettivi di luce e gas.

Una lampadina a bulbo ed una spina della corrente
Una lampadina a bulbo ed una spina della corrente (Pixabay)

Oneri di sistema, cosa sono? Queste voci sono presenti all’interno delle bollette della corrente elettrica, del gas e di quelle che sono le altre principali utenze domestiche. Ora, con la situazione che vede le bollette nel 2022 salire alle stelle, il Governo ha deciso di intervenire modificando proprio questo aspetto.

Prima di rispondere a questa domanda, ovvero “oneri di sistema cosa sono?”, va detto che l’Esecutivo Draghi ha deciso di prorogare la modifica per la quale gli stessi sono stati azzerati. Il tutto in aggiunta alla riduzione dell’Iva sulla bolletta del gas al 5% ed alla conferma del bonus sociale per tutti i cittadini che abbiano un reddito massimo di 12mila euro all’anno, come attestato dalla apposita certificazione ISEE.

Sugli oneri di sistema, cosa sono? Parliamo di alcuni costi accessori ideati per ottenere più fondi da potere impiegare per migliorare i servizi di riferimento. Più o meno la stessa cosa che avviene con le accise sui carburanti, dove lo Stato ha dei fondi aggiuntivi che può impiegare anche per implementare altri ambiti che con benzina, diesel ed auto non c’entrano.

Potrebbe interessarti anche: Bolletta della luce, come risparmiare: stacca questi due elettrodomestici

Oneri di sistema, cosa sono e che spese comportano nelle bollette

Un fornello del gas acceso
Un fornello del gas acceso (Pixabay)

Gli oneri di sistema indicati all’interno della bolletta della luce hanno lo scopo di coprire i costi che riguardano la manutenzione degli apparati elettrici, la loro messa in sicurezza, ma anche gli incentivi in favore delle fonti di energia rinnovabili o la copertura nello specifico per il Bonus elettrico e per altre forme di agevolazione.

Le voci contemplate nel novero degli oneri di sistema sono diverse altre e le troviamo anche dentro alla spesa da sostenere per quanto riguarda la bolletta del gas. Il loro peso è andato sempre aumentando nel corso degli ultimi anni, fino a pesare per l’attuale 20% registrato ad oggi per quanto riguarda la bolletta della luce ed al 4% per quella del gas.

Potrebbe interessarti anche: Come risparmiare con il condizionatore, i consigli per stare al fresco e felici

La loro misura non è fissa ma varia di trimestre in trimestre in base a quelle che sono le indicazioni dell’Arera, ovvero l’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente. Le bollette vengono erogate proprio ogni trimestre. L’azzeramento di tali oneri, data la difficilissima situazione attuale, non porta purtroppo ad un risparmio.

Potrebbe interessarti anche: Aumento delle bollette, luglio salvo col nuovo ddl: come l’abbiamo scampata

Ma è importante che sia avvenuto e confermato ulteriormente, come già era accaduto da marzo in poi per le bollette inoltrate a partire da quel periodo in poi. Perché almeno, senza oneri aggiuntivi, si ha un rincaro delle utenze comunque contenuto rispetto a se non ci fosse questo taglio. Che interessa tanto le bollette delle abitazioni private quanto le imprese di piccole e medie dimensioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *