Ingoiare i noccioli di ciliegia può essere un rischio, ma solo in questo caso

Le ciliegie sono tra i frutti più amati e apprezzati in estate, ma ingoiare i noccioli di ciliegia può provocare dei rischi? Se te lo sei chiesto perché anche tu sei incappato un questo errore fai attenzione a quanto segue.

noccioli
Noccioli di ciliegie (Pinterest – nonsprecare.it)

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DI OGGI:

Le ciliegie, deliziose e squisite, prendono il loro nome dal frutto del ciliegio, un albero originario dell’Europa e dell’Asia, che offre i suoi frutti specialmente in primavera.

Ma anche in estate le ciliegie le vediamo protagoniste della nostra tavola, anche perché racchiudono al loro interno tantissime proprietà.

Però attenzione a fare il pieno di ciliegie, perché il rischio che può derivare da un consumo eccessivo, rapido e del tutto incontrollato di questi frutti può essere ingoiare i noccioli, che non fanno altrettanto bene, specialmente in questo caso.

Ingoiare i noccioli di ciliegia può essere pericoloso?

ciliegie
Ciliegie sull’albero (Pixabay)

In preda all’ingordigia, non hai potuto evitare di ingoiare i noccioli di ciliegia. E adesso? Magari ti sei posto questa domanda in preda al panico, specialmente se i noccioli che hai ingoiato erano tanti. D’altronde non essendo grandi questo inconveniente può capitare spesso, ma fai più attenzione la prossima volta, perché ingoiare i noccioli di ciliegia non è salutare.

Questi, come qualsiasi altro nocciolo, contengono un’enzima che può essere trasformato dal corpo in cianuro. Si tratta dell’amigdalina, una sostanza che si libera solo quando il nocciolo si rompe, e che viene sintetizzata nel nostro corpo come cianuro. Però stai tranquillo perché l’intossicazione da cianuro si verifica solamente se vengono ingeriti più noccioli, raggiungendo una quantità che va dai 0,5 ai 3,5 mg per kg di peso corporeo. Tenendo in considerazione che in un nocciolo di ciliegia sono presenti circa 3,9 ml di amigdalina, 23 noccioli può essere già una quantità sufficiente per destare allarme.

Per entrare più nel dettaglio di che cosa implica un’intossicazione da cianuro, devi sapere che i sintomi più diffusi sono emicrania, vomito, nausea e palpitazioni. Ma nella peggiore delle ipotesi, dato che il cianuro può interferire con il trasporto dell’ossigeno nel corpo, si può anche verificare un arresto cardiaco, arrivando al coma e alla morte. Detto ciò, d’ora in avanti fai attenzione a quando consumi le ciliegie ed evita di ingoiare i suoi noccioli, così come quelli di prugne, mango, pesche e albicocche.

Impostazioni privacy