Perché le vecchie tessere sanitarie sono migliori di quelle nuove

C’è una caratteristica fondamentale che era presente nelle vecchie tessere sanitarie e che manca in diverse di quelle più recenti, qual è.

Una carta sanitaria italiana
Una carta sanitaria italiana (Foto Wikipedia)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Vecchie tessere sanitarie, è in corso un procedimento di sostituzione che però sta facendo discutere. Infatti l’operazione presieduta dal Ministero dell’Economia ha dovuto prendere in considerazione per forza di cose una precisa strada.

La cosa riguarda la fabbricazione delle tessere sanitarie nuove in sostituzione di quelle vecchie. Quelle di più recente fabbricazione non sono dotate di microchip, e questo per via di una difficoltà riscontrata a livello mondiale nella produzione di questi impianti.

Ne consegue che, a differenza delle vecchie tessere sanitarie, quelle nuove saranno dotate di minori funzionalità. Quindi verranno meno tutte le funzioni che fanno riferimento alla Carta Nazionale dei Servizi. Mentre rimarranno intatte tutte le soluzioni se le nuove carte verranno impiegate in qualità di codice fiscale e di Tessera Europea Assistenza Malattia

Vecchie tessere sanitarie, come riabilitarle e “riciclarle”

Una tessera sanitaria
Una tessera sanitaria (Pixabay)

Per cui è possibile “riciclare” le vecchie tessere sanitarie per fare si che possa essere possibile continuare ad utilizzarle. Cosa dovremo fare in tal senso? Basterà accedere ad un apposito programma che farà riferimento al Ministero dell’Economia e delle Finanze ed inserire il proprio codice pin.

E sarà fatta. La vecchia tessera sarà come nuova e potrà quindi essere normalmente impiegata pure come Carta Nazionale dei Servizi, nonostante rechi stampata su di sé una data già superata. Per tutti coloro che invece sono provvisti di recente di una carta con microchip, si dovrà fare ricorso ai vari riferimenti PIN, PUK e CIP della propria carta ed abilitarla ad uno sportello regionale presente sul territorio.

Andrà esibito anche un proprio documento di riconoscimento in corso di validità. In tal modo sarà possibile completare la procedura anche in maniera autonoma da casa, per via telematica, se si avrà a disposizione anche un lettore di smart card abilitato. Non resterà altro da fare se non registrarsi in maniera facile e veloce per completare l’operazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.