Risparmiare energia e illuminare casa: i consigli per dare luce agli ambienti

È possibile illuminare gli ambienti portando luce in casa, risparmiando così energie e abbassando il costo delle bollette.

illuminazione naturale casa
Panorama sul mare (Pexels)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Sfruttare meno l’illuminazione artificiale è una buona mossa per risparmiare sulle bollette e per avere un minore impatto energetico. Esiste la luce naturale, e allora per ché non sfruttarla? Le case possono essere modellate a nostro piacimento, e allora ecco qualche consiglio per dare luce alle camere.

Rischiarare gli spazi interni di una abitazione non è difficile, ma ovviamente dipende anche dalla posizione della casa e dalla sua struttura architettonica. Una tecnica molto sfruttata negli ultimi anni, ripresa un po’ dallo stile americano, è quella dell’open space. In effetti, eliminare corridoi e angoli angusti comporta maggiore illuminazione e fa acquisire spazio.

Come illuminare casa risparmiando sulla luce artificiale

illuminare ambiente casa
Cucina piena di luce (Pexels)

Una delle idee più in voga al momento, anche se recuperata dai tempi antichi, è la cosiddetta istallazione delle bow window sulla facciata. Praticamente è un’estensione della casa, costituita da una vetrata. Sarebbe la classica veranda, ma si può effettuare anche sospesa, sporgente sulla facciata. Un piccolo box di legno e vetro, più leggero rispetto alla muratura esistente, a cui sono collegati dei montanti per non farlo deformare nel tempo.

Un’alternativa che va molto è l’istallazione di un terrazzo sul tetto, naturalmente dove possibile. Basta istallare una piccola scala e recuperare una parte del tetto, acquisendo uno spazio esterno in più. Sempre sul tetto, inoltre, è possibile istallare dei lucernari, facendo filtrare la luce solare dal soffitto, evitando così di accendere le luci artificiali.

Idee per risparmiare sulla luce artificiale

risparmiare bollette luce
Giovane coppia fa i lavori in casa (Pexels)

Un’altra buona idea è la sostituzione delle porte-finestre dei passaggi pedonali, quelle che si usano per recarsi in terrazzo o nella zona lavanderia, con porte a vetri o con porte scorrevoli. Sicuramente, si recupera una buona parte di illuminazione. Per i salotti con poca illuminazione è l’idea più adatta.

Se le norme lo permettono, si può fare qualche modifica alla strutta dell’abitazione, istallando aperture e finestre che seguono il corso del sole da est a ovest. La scelta dei materiali per le finestre è fondamentale per far filtrare la luce. Gli infissi possono essere in legno, in alluminio o in PVC.

Quelli in alluminio probabilmente sono i più efficienti, in grado di sostenere ampie vetrate e panoramiche luminose. Inoltre, per dare una sensazione di luce, i colori di muri e pavimenti sono essenziali. Per aumentare la luminosità di casa, ad esempio, si possono colorare le pareti di un colore bianco perla, i pavimenti invece devo avere tonalità tenui.

Anche i mobili fanno la loro parte, perciò meglio scegliere mobili in vetro e acciaio, oppure legno dal colore chiaro. Un altro modo per aumentare la luce in casa è l’utilizzo degli specchi. La superficie degli specchi contribuisce a diffondere la luce, inoltre gli specchi amplificano le dimensioni delle camere e danno una sensazione di maggiore profondità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.