Prodotti cancerogeni, sono tanti anche per il mare: attenti a questi

Occorre fare grande attenzione ai prodotti cancerogeni: molti si nascondono dietro alla loro utilità medica e cosmetica, e c’è altro. Quando siamo in vacanza, una situazione in particolare può amplificare gli effetti negativi sul fisico.

Una persona mentre usa della crema per il corpo
Una persona mentre usa della crema per il corpo (Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Prodotti cancerogeni e potenzialmente pericolosi, ce ne sono di diversi che, in maniera del tutto inconsapevole, applichiamo su noi stessi senza soppesare quelle che possono essere le possibili conseguenze. Questi prodotti possono essere tanto tipici dell’ambito cosmetico che più propriamente farmaceutici.

In particolar modo di prodotti cancerogeni in maniera potenziale ce ne sono tra le creme solari. Ma anche la sola pratica di applicare specifici articoli sul corpo prima di concedersi una tintarella potrebbe amplificare eventuali rischi. Il motivo è semplice: la pelle potrebbe diventare più sensibile ad esempio all’effetto dei raggi solari.

Se le creme solari non si possono evitare perché sono comunque molto preziose nel fornire protezione contro i raggi UVA (la cui esposizione diretta causa il sorgere di tumori, come dimostrato da molti studi) quantomeno dovremmo controllare il contenuto e gli ingredienti contenuti in certi prodotti potenzialmente cancerogeni. Perché ci sono alcune creme meno sicure di altre.

Prodotti cancerogeni, la lista di quelli da evitare quando prendi il Sole

Pillole e compresse varie
Pillole e compresse varie (Pixabay)

Altri però ci rendono maggiormente fotosensibili. E quindi dobbiamo fare bene attenzione ad evitare di usarle sulla nostra persona proprio prima di prendere il Sole. Si tratta dei seguenti:

  • antiallergici;
  • antibiotici orali;
  • antidepressivi;
  • antinfiammatori non steroidei;
  • creme di bellezza;
  • scrub per la pelle;
  • dopobarba;
  • prodotti che contengono acido glicolico, retinolo, perossido di benzoile;
  • prodotti con vitamina C (limita gli effetti della melanina, fondamentale contro i raggi UVA);
  • balsamo del Perù;
  • oli essenziali di agrumi, zenzero, cumino e verbena;
  • articoli contro le punture di insetti (contengono isotipendile cloridrato);
  • unguenti antiacne;
  • farmaci per il cuore
  • statine per abbassare il colesterolo

La cosa migliore da fare resta comunque consultare il prospetto illustrativo e, quando possibile, chiedere anche un consulto al proprio medico di base. Specialmente se si è soggetti a delle situazioni fisiche particolari, come il persistere di una patologia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

sdsd