Over 40, dopo una certa età quante ore bisogna dormire per stare bene

Una ricerca americana conferma quante ore bisogna dormire superata una certa età: quante sono le ore di sonno per gli over 40?

ore sonno over 40
Riposare con la sveglia accanto (Pexels)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

La National Sleep Foundation, ente di ricerca americano che indaga sulla qualità e sui disturbi connessi al sonno, indica le ore esatte che gli over 40 dovrebbero dormire. Suddividendo la popolazione in fasce di età, l’ente ha così concentrato i suoi sforzi per capire di quante ore il corpo necessita per recuperare le energie spese durante il giorno.

Ovviamente, il corpo, in base all’età, necessita di riposare determinate ore. Si è notata una certa differenza di recupero tra persone di età differenti. Lo scopo della National Sleep Foundation è stato quello di combattere lo stress quotidiano e cercare di rallentare l’invecchiamento. Una qualità del sonno pessima, infatti, induce il corpo a invecchiare prima.

L’importanza del sonno, quante ore dormire superati i 40 anni

ore sonno recuperare energie
Riposo sotto le coperte (Pexels)

L’importanza del sonno è scontata, una buona dormita è fondamentale per ricaricare le batterie e rigenerare le cellule, espellendo le tossine. Per affrontare la giornata, il nostro fisico deve essere in forma e ben riposato. Cosa che purtroppo, in una società che corre alla velocità della luce, sembra impossibile.

I ritmi frenetici della modernità e le numerose distrazioni, infatti, incidono profondamente sulla qualità del sonno. La melatonina, ossia l’ormone del sonno, si trasforma in base all’età di un individuo. Nell’arco dell’intera vita occorre stimolare questo ormone, incoraggiando così il buon riposo.

Se i bambini piccoli necessitano di una dormita di 12 o 13 ore, mano a mano che si cresce, le ore di sonno diminuiscono. Tuttavia, è errato pensare che bastino poche ore per ristorare il corpo. Chi dorme 5 ore a notte, ad esempio, sbaglia, e di certo è un’abitudine che alla lunga può far male alla salute, e lo stesso per chi dorme più di 10 ore, sballando i cicli del sonno, originando stati di insonnia.

40 anni, le ore precise per recuperare forze ed energie

qualità sonno salute
Donna con disturbi del sonno (Pexels)

Superati i 40 anni, tante persone soffrono di disturbi del sonno. Ciò è legato allo stile di vita che si segue, oppure allo stress accumulato, o anche ai problemi che non permettono di dormire in modo continuo e sereno. Secondo gli studiosi, le ore di dormita sono comprese tra le 7,30 e 9, non di più, non di meno.

Al di fuori di questo intervallo si possono generare degli squilibri nel ritmo circadiano, squilibri che poi inficiano sulla concentrazione e sul metabolismo. Dormire bene consente di rimanere più a lungo in salute, sia mentalmente che fisicamente, e inoltre previene anche l’obesità. Mettere in equilibrio le fasi del sonno, con tutti i cicli e le fasi REM, è fondamentale per non disperdere energie.

Inoltre, un riposino pomeridiano di 20 minuti potrebbe essere un toccasana per recuperare forze e concentrazione. Anche nel weekend si dovrebbe cercare di andare a letto sempre alla sessa ora, mantenendo così un certo equilibro anche nelle abitudini. Non è semplice, ovviamente, soprattutto per chi è abituato a uscire con gli amici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.