Quanti carboidrati al giorno sarebbe meglio ingerire? Risponde la scienza

Ci sono diete su diete che ci dicono quanti grassi e carboidrati assumere, ma qual è il corretto quantitativo giornaliero? La risposta ce la dà la scienza.

carboidrati
Mix di carboidrati (Pexels)

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DI OGGI:

I carboidrati, insieme alle proteine, grassi e vitamine, fanno parte di quei nutrienti che dovrebbero essere assunti giornalmente per una dieta sana ed equilibrata.

E nonostante vengano molto spesso condannati da alcuni regimi alimentari, in realtà non ne possiamo proprio fare a meno.
Il loro ruolo, infatti, è fondamentale, dato che vengono utilizzati dalle cellule del nostro organismo per produrre energia, prima di essere immagazzinati nei muscolo e nel fegato oppure trasformati come grasso.

Ma quanti carboidrati al giorno sarebbe meglio ingerire per mantenerci in forma? Risponde la Società Italiana di Nutrizione Umana (SINU).

carboidrati
Pasta (Pexels)

I carboidrati sono dei composti organici costituiti da idrogeno, ossigeno e carbonio, e a seconda della loro struttura chimica e organizzazione si possono dividere in disaccaridi, monosaccaridi, polisaccaridi e oligosaccaridi. I primi due si possono trovare nel latte, nella frutta e in alcune verdure, mentre in forma raffinata possono essere presenti in bevande dolci e alcuni alimenti.
I carboidrati complessi sono invece presenti nei cereali e derivati come pane, pasta e farine. Altrimenti nelle patate, in prodotti da forno, legumi o castagne.

Ma torniamo alla domanda principale: quanti carboidrati al giorno è meglio mangiare? Secondo quanto dice la SINU, i carboidrati dovrebbero rappresentare tra il 45 e il 60% dell’apporto energetico giornaliero. Al di sopra di tale livello potrebbero insorgere maggiori disordini metabolici. Dunque, l’ideale sarebbe mantenersi sul 50% di carboidrati rispetto all’apporto calorico totale giornaliero.

Ovviamente è necessario considerare anche il genere, le condizioni fisiche del soggetto, lo stile di vita e le particolari esigenze. Chi ad esempio vuole dimagrire, dovrà ridurre il quantitativo di carboidrati giornalieri inserendo tale aspetto in una strategia sana di dimagrimento, che dipende anche dall’attività fisica. L’ideale, infatti, è sempre combinare una dieta sana con un corretto allenamento.

Nonostante ciò, è sempre meglio optare per gli alimenti non trasformati, tra cui pesce, carne, uova, noci, verdure, ecc. e per fonti di carboidrati che contengono fibre alimentari. Da limitare invece i cereali raffinati e lo zucchero aggiunto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.