Bonus 200 euro rinnovato, a chi spetta a settembre ed ottobre

Si va ancora avanti con un Bonus 200 euro rinnovato anche per questo mese e per il prossimo. Quali sono le categorie di lavoratori e pensionati che lo riceveranno entro il prossimo 31 ottobre e cosa è richiesto per averlo.

Una banconota da 200 euro nel dettaglio
Una banconota da 200 euro nel dettaglio (Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Bonus 200 euro, ci sono delle buone notizie per diversi cittadini che percepiranno questa cifra entro il mese di settembre in corso, oppure ad ottobre. Questa cosa però si verificherà solamente in una circostanza. Ad ottenere il Bonus 200 euro saranno le persone che non hanno ancora ricevuto il suddetto aiuto, erogato a partire dagli stipendi e dalle pensioni di luglio.

Si tratta quindi di un provvedimento di aiuto percepibile solamente in una sola circostanza. Detto questo, occorre ora vedere chi avrà diritto a percepire il Bonus 200 euro. Le categorie interessate sono diverse ed i parametri da rispettare sono i seguenti:

  • titolari di trattamenti pensionistici a favore di mutilati, invalidi civili, ciechi e sordomuti;
  • titolari dell’Indennità di frequenza per i figli;
  • lavoratori domestici;
  • percettori del Reddito di Cittadinanza che non hanno ricevuto il Bonus 200 euro a luglio o ad agosto;

Bonus 200 euro, a chi spetta: le categorie interessate

Un salvadanaio con delle banconote da 200 euro
Un salvadanaio con delle banconote da 200 euro (Pixabay)

Per tutti questi casi l’ottenimento di tale supporto economico erogato dall’INPS arriverà già a settembre, unitamente alla consueta pensione. Per quanto riguarda i lavoratori domestici, è necessario che questi presentino una apposita domanda all’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale. C’è tempo fino al 30 settembre 2022 per fare ciò.

E per questa categoria l’ottenimento del bonus avrà luogo fino all’esaurimento delle richieste. Riceveranno tutto quanto ad ottobre invece:

  • percettori NASpI-DIS-COLL;
  • percettori della Disoccupazione Agricola;
  • chi, durante il 2021, ha usufruito dei bonus Covid di 2.400 e 1.600 euro, cioè:
  • lavoratori dipendenti stagionali e lavoratori in somministrazione dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
  • lavoratori dipendenti stagionali e lavoratori in somministrazione appartenenti a settori diversi da quelli suddetti;
  • lavoratori intermittenti;
  • lavoratori autonomi occasionali;
  • lavoratori incaricati alle vendite a domicilio;
  • lavoratori dipendenti a tempo determinato dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
  • lavoratori dello spettacolo.
  • i titolari di contratti co.co.co.;
  • i lavoratori stagionali e precari;
  • i lavoratori iscritti al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo;
  • i lavoratori autonomi;
  • gli incaricati delle vendite a domicilio;

Solo le categorie dalla prima alla terza avranno il bonus in maniera automatica. Per tutti quanti gli altri sarà necessario dovere avanzare apposita richiesta entro il prossimo 31 ottobre 2022 all’INPS.

Nuove categorie si aggiungono agli aventi diritto

Inoltre ci sono anche delle nuove categorie che si aggiungono a quelle sopra citate. Si tratta di:

  • lavoratori dipendenti che nel primo semestre dell’anno 2022 non hanno beneficiato dell’esonero contributivo dello 0,8%, poiché interessati da eventi coperti figurativamente dall’INPS, quali maternità, malattia e cassa integrazione 0 ore;
  • collaboratori sportivi che siano stati beneficiari di almeno una delle indennità previste dall’art. 96 del DL 17 marzo 2020, n. 18;
  • assegnisti di ricerca e dottorandi;
  • neo-pensionati che hanno iniziato a ricevere il trattamento Inps dal 1° luglio 2022;

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.