Muffa, quello che provoca nemmeno lo immagini

Muffa, quello che provoca nemmeno lo immagini: ci sono molte buone ragioni per cercare di combatterla quanto possibile

Muffa provoca polmonite
Muffa (Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI->

Pulire casa è sempre una faccenda non rimandabile, e con buone ragioni. Sia perché immaginiamo che non sia il massimo dell’avvenuta vivere in un ambiente sporco, sia pure perché questo piccolo dettaglio crea non pochi problemi, e può affliggere la nostra persone in molti modi diversi. Non solo da un punto di vista emotivo, com’è facile intuire: troveremo infatti, che in una casa sporca, avremmo molta più difficoltà di concentrazione, il nostro umore sarà generalmente più basso e anche la memoria sarà compromessa. Alcuni potrebbero far fatica persino a dormire.

Per non parlare invece, dei problemi fisici che la cosa può suscitare. E non sono neanche pochi, se lo si ammette; una casa sporca abbassa verticalmente le difese immunitarie, ci fa stare male, ci espone al rischio di allergie. Eppure c’è un problema molto grave che merita di essere trattato a parte.

Muffa, quello che devi sapere: provoca un problema molto grave

Muffa attenzione
Muffa (Pixabay)

Tra le cose che più spesso dobbiamo combattere in casa, non è solo la temutissima polvere ma anche qualcos altro di uguale rilievo. Avete capito di che stiamo parlando? Ovviamente della muffa: la muffa infatti può arrivare a creare dei veri e propri micro cosmi. Ora, se non deturpasse muri e pareti e non ci facesse molto male a noi starebbe pure bene ma la verità è che con l muffa non si può proprio convivere in alcun modo possibile.

Le malattie collegate alla sua presenza sono molte e varie e tra queste c’è l’assai temutua polmonite.  Dobbiamo dunque cercare di arginare la sua presenza. Ma come si fa? Ecco alcuni consigli che, nel pratico, potrebbero aiutarci a risolvere la faccenda.

Per prima cosa dobbiamo assicurarci che ci sia un ricambio di aria più possibile costante. Apriamo balconi e finestre perché il ricambio sia frequente e l’umidità sia bassa. Dobbiamo sempre controllare infatti che l’umidità non salga mai oltre il settanta percento. Installiamo delle ventole nelle zone della casa in cui si forma più umidità, come il bagno e la cucina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.