Cosa succede dopo la morte della regina di Inghilterra?

Cosa succede dopo la morte della regina di Inghilterra? Quello che dobbiamo aspettarci dall’Inghilterra dopo la giornata di ieri

Cosa succederà ora che la regina elisabetta è morta? E’ la domanda che tutti ci siamo posti, più o meno esplicitamente. Ora che la canzone tornerà ad intonare “God save the king” e non più “the queen”, ora che cambieranno di nuovo valute e francobolli, ci chiediamo cosa attraverserà l’inghilterra e , in misura minore, anche l’Europa.

Quello che regolamenterà le ore che seguiranno viene chiamato piano ponte di londra: un piano messo a punto negli ultimi dieci anni nei minimi dettagli.

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI->

Morta la regina, e adesso? Cosa ci si aspetta da Londra

Ogni tanto abbiamo l’impressione che la Grande Storia ci cammini di fianco; quando accade questo, non possiamo che non notarla.  Quello che è successo ieri è proprio questo: la morte della regina Elisabetta segna, senza meno, la fine di un’epoca. L’ultima esponente del vecchio novecento ha lasciato questa terra: non solo è un lutto forse a livello culturale- molti quasi celebrano la liberazione dall’ultima esponente del colonialismo-ma per Londra quel che si prospetta è un periodo di lutto e forse confusione. Quello che accadrà adesso ce lo domandiamo persino noi. Proviamo a rispondere alla domanda che aleggia nelle menti di molti: che ne sarà ora della monarchia inglese?

Da tempo l’Inghilterra era preparata. Preparata a tal punto da avere persino un piano: il london bridge ( o piano arcobaleno). La comunicazione della morte della regina sarebbe dovuta avvenire con la dicitura in codice “london bridge is down” ossia il ponte di londra è crollato. Al piano stesso aveva messo mano la stessa sovrana.

Londra sono stati proclamati dieci giorni di lutto. E’ prevista un’enorme affluenza: la regina sarà esposta nella Westminister hall perché tutti possano darle un ultimo saluto. Verrà sepolta nella cappella commemorativa di Giorgio VI, accanto ai suoi genitori e al suo amato marito.

Quanto alla successione, è subentrato subito Carlo, che sale al trono con settant’anni di età, meritandosi il titolo di sovrano più anziano.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.