Coltivare limoni, quanta acqua dare per avere frutti perfetti

Quali sono gli accorgimenti da sapere per coltivare limoni senza compromettere la salute delle piante e per avere dei risultati perfetti.

Degli alberi di limoni
Degli alberi di limoni (Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Coltivare limoni può essere una gran bella comodità. In questo modo infatti avremo a disposizione gli agrumi dall’impiego più universale che ci sia e che risulteranno ottimi per condire una varietà praticamente infinita di piatti e di specialità. Inoltre li potremo utilizzare per la preparazione di dolci oppure di bevande e di liquori.

Ma coltivare limoni richiedere una cura importante, con delle indicazioni che vanno seguire in modo accurato. Anche solo un breve periodo nel quale trascureremo le piante e gli alberi potrebbe risultare fatale e compromettere il risultato finale, non dandoci alcun frutto oppure portando alla formazione di un qualcosa di non ben maturato.

Diversi sono gli aspetti che occorre curare, come ad esempio una corretta irrigazione. L’acqua che daremo alle nostre piante di limoni non dovrà mai essere troppa o troppo poca. Una attenzione specifica poi servirà anche nel fornire il concime giusto e nelle quantità esatte.

Coltivare limoni, conviene tantissimo: quanta acqua dare e molto altro

Due limoni pronti per essere colti
Due limoni pronti per essere colti (Pixabay)

Ci sono dei segnali ben precisi che ci faranno capire cosa stiamo sbagliando in fatto di irrigazione. Se non stiamo dando abbastanza acqua alle nostre piante, allora potremo notare delle foglie dal colore compreso tra il giallo ed il marrone. Con inoltre la produzione di frutti piccoli, poveri di succo e che cadranno in maniera prematura.

In caso contrario, con una quantità in eccesso di acqua durante le nostre sessioni di innaffiamento noteremo delle tracce di marciume. Condizione che interessa la pianta alle radici ma che si potrà notare anche sulle foglie. Anche in questo caso il colore giallo fornirà delle indicazioni per capire quale sia il problema in corso.

Così come il terreno, che risulterà essere fangoso e poco unito. La frequenza consigliata è di massimo due volte alla settimana in inverno e di una volta ogni due giorni in primavera ed autunno. In estate invece dovremo farlo ogni giorno, in tutti i casi poi non dovremo ovviamente procedere qualora abbia piovuto. Un albero in media ha bisogno di 30 litri per albero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.