Plumbago, la pianta fa pochi fiori: perché succede e come risolvere

La vostra bellissima pianta Plumbago vi ha regalato una scarsa fioritura? Per evitare che ciò accada bisogna sapere come prendersene cura al meglio

Come curare Plumbago
Plumbago blu (Screenshot da Facebook)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI SONO:

Il Plumbago è un’incantevole pianta dai fiori blu in grado di rallegrare balconi e giardini, infatti è perlopiù una pianta da esterni ma nelle zone più fredde può essere coltivata anche in appartamento.

Rispetto a molte altre piante non è molto delicata, ma è necessario sapere come prendersene bene cura per farla durare a lungo e in perfetta salute. Mettendo in pratica le dovute accortezze la sua fioritura sarà spettacolare. Può però capitare che faccia pochi fiori.

Nei successivi paragrafi vi sveliamo quali sono i casi in cui il plumbago fa pochi fiori e cosa bisogna fare per evitare che ciò accada. Con le cure adatte potrete assistere a fioriture splendenti e abbondanti.

Ecco perché il Plumbago ha fatto pochi fiori, alcune cause e cosa fare per risolvere

Plumbago come si cura
Plumbago (Screenshot da Facebook)

A causare una scarsa fioritura del plumbago potrebbe essere stato l’utilizzo di un fertilizzante sbagliato. Succede spesso che la pianta faccia pochi fiori se il fertilizzante ha un eccessivo contenuto di azoto, l’ideale è sceglierne uno ricco di potassio.

Fondamentale è anche l’innaffiatura, specie nei periodi più caldi la pianta necessita di molta acqua. Per delle abbondanti e splendide fioriture dovete annaffiare la pianta almeno una volta a settimana, se non riceve la giusta quantità d’acqua entrerà in uno stato di sofferenza. In questo caso le sue foglie tenderanno ad abbassarsi e il plumbado non utilizzerà la giusta energia per la fioritura.

Anche un terriccio povero può ostacolare una perfetta fioritura, se tenete sempre lo stesso questo con il tempo perderà tutti i suoi nutrienti per via delle costanti innaffiature. Per fare tanti fiori questa pianta necessita di molti nutrienti, per nutrire il terriccio potete quindi utilizzare dei concimi a base di potassio.

Un’altra domanda che dovrete porvi è se la pianta riceve la quantità di luce di cui ha bisogno, il plumbado per fiorire abbondantemente necessita di moltissima luce. Tutta l’energia che impiega per fiorire, infatti, la prende dai caldi ed intensi raggi solari. Ogni giorno la pianta deve stare esposta alla luce diretta del sole per almeno sei ore, questa però non deve essere troppo violenta. Evitate quindi di metterla al sole nelle ore più calde della giornata perché potreste danneggiarla.

Una scarsa fioritura del plumbago può dipendere anche dalla stagione che arriva in ritardo. Specie nelle zone in cui il bel tempo arriva in ritardo capita spesso che anche le fioriture delle piante siano in ritardo o che abbiano difficoltà a produrre molti fiori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

sdsd