Saltare i pasti, il più dannoso tra i comportamenti alimentari

Saltare i pasti, il più dannoso tra i comportamenti alimentari: ecco cosa rischi se sei solito farlo e perché quindi è meglio evitare

Spaghetti pasto
Spaghetti (Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI->

“Lascio tutto e faccio lo scrittore”: indice di una crisi del mercato del lavoro?

Il metodo per pulire e igienizzare gli stracci senza usare la lavatrice

Test della personalità: cosa vedi per primo rivela la parte migliore di te

Settembre, tutti si sono ripromessi di dimagrire. Certo, L’estate ha pesato non poco sulla bilancia: tra aperitivi e peccati di gola abbiamo messo su qualche chiletto ma nessun problema. Settembre ci richiama alla regola: ed ecco che ci precipitiamo ad arruffare la dieta migliore. In questo periodo, presi dalla smania di dimagrire- e non si sa perché si vuole tutti dimagrire più velocemente possibile- si commette qualche errore non da poco.

Saltare i pasti è il più dannoso dei comportamenti: ecco perché

Importanza pasti completi
Pasti (Pixabay)

Tra i più comuni, i seguenti: prendersi la dieta di qualcun altro. Si presuppone che tu e qualcun altro abbiate esigenze diverse e diversa sarà l’alimentazione. Non puoi quindi mangiare come una persona diversa da te. Eliminare completamente i carboidrati: sarà per colpa di qualche influencer poco informata, fatto sta che i carboidrati hanno subito una vera e propria demonizzazione.

Altro sbaglio molto commesso è il seguente, ed è forse il più grave che puoi fare: saltare i pasti. Saltare i pasti non solo rovina te ma anche la tua dieta. Molti lo fanno col pensiero che così dimagriranno prima, senza sapere che non fanno altro che aggravare la propria situazione. Se in un primo momento vi sembrerà che saltare i pasti vi stia facendo dimagrire, in realtà finirete con il diminuire la massa magra, con un incremento, sul lungo termine, della massa grassa.

Sempre che riusciate a controllare l’enorme senso di fame nel breve periodo: il crollo glicemico che segue al salto di un pasto è così rilevante da indurre il cervello a farvi sentire fame.

Insomma, sempre meglio avere costanza e pazienza, e seguire un regime alimentare che sia più vario possibile. Dobbiamo includere fibre e proteine nella giusta misura, senza mai scordarci dei carboidrati che vanno comunque consumati. Cerchiamo anche di integrare con dell’attività fisica pensata per noi, ma non saltiamo mai i pasti. Come dimostrato la pratica non solo è inutile, ma si dimostra spesso e volentieri anche dannosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.