Tutti i richiami alimentari della settimana: gelato contaminato da cloroetanolo

Il Ministero della Salute, in questa settimana, ha effettuato 3 richiami alimentari di diversa portata. Tutti i dettagli.

Richiami alimentari
Richiami (Pexels)

Gli articoli più letti di oggi:

Presenza di corpi estranei, rischi chimici e fisici, sono solo alcune delle motivazioni dei richiami alimentari di questa settimana ad opera del Ministero della Salute. Tutti i dettagli.

Richiami alimentari della settimana: attenzione ai gelati con cloroetanolo

Il Minstero della Salute ha richiamato 3 prodotti in questa settimana, alcuni dei quali consumati da moltissimi italiani. Si tratta di una soluzione orale, la cui effervescenza non era stata correttamente segnalata, dei gelati contaminati da cloroetanolo e di una tazza non a norma di legge.

Supermercato (Pexels)

Il 2-cloroetanolo (chiamato anche etilene cloroidrina o glicole cloroidrina) è un composto chimico organico con formula HOCH2CH2Cl e la più semplice beta-aloidrina (cloroidrina).

Questo liquido incolore ha un odore gradevole simile all’etere. È miscibile con l’acqua. La molecola è bifunzionale, costituita sia da un gruppo funzionale alchilico cloruro che da un gruppo funzionale alcolico.

Il 2-cloroetanolo è tossico. Come la maggior parte dei composti organoclorurati, il cloroetanolo rilascia acido cloridrico e fosgene quando viene bruciato.

Negli Stati Uniti è classificata come sostanza estremamente pericolosa, secondo la definizione della Sezione 302 dell’Emergency Planning and Community Right-to-Know Act, ed è soggetta a rigorosi obblighi di segnalazione da parte delle strutture che la producono, la immagazzinano o la utilizzano in quantità significative.

Di seguito tutti i richiami alimentari della settimana:

23 settembre 2022 – T-T TABLE TOP – ML 1088 BICCHIERE H. CM 8.5 X 7.5: richiamo per rischio migrazione dei materiali destinati a venire a contatto con gli alimenti

22 settembre 2022 – HAAGEN DAZS – GELATI A BASE DI VANIGLIA: richiamo per rischio chimico

20 settembre 2022 – QUETIDIA soluzione orale – QUETIDIA soluzione orale FAST-SLOW: richiamo per rischio fisico

Perchè si usa il cloroetanolo

L’ossido di etilene (ETO) e il suo metabolita 2-cloroetanolo (2-CE) rappresentano un nuovo problema emergente di sicurezza alimentare, con significativi richiami di prodotti e oltre 800 notifiche sul portale RAFSS dell’UE.

La determinazione di questi contaminanti viene presentata sulla base del metodo EURL Single Residue Method (SRM) che prevede l’estrazione QuEChERS (quick, easy, cheap, effective, rugged, and safe) e l’analisi in gascromatografia-tandem con spettrometria di massa (GC-MS/MS).

Si trova perlopiù in spezie come la curcuma o nei semi di origine vegetale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.