Pannelli solari costo, con questo bando recuperi il 75% delle spese

Per quanto concerne i pannelli solari costo ed investimenti possono rientrare con diversi bonus statali ma non solo. Esiste anche un’altra ottima via, come fare domanda.

Una donna ed un bambino tra diversi pannelli solari
Una donna ed un bambino tra diversi pannelli solari (Freepik)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:
Riscaldamento alternativo, come costruire una stufa fai da te in 2′
Crisi energetica, alcune misure sono già operative: quali sono
Emergenza caldaia, le limitazioni previste: cosa accadrà a breve
Carta Acquisti, il prezioso strumento per le spese indispensabili

Riguardo ai pannelli solari costo ed investimento iniziali possono rappresentare una barriera tale da scoraggiare gli utenti con il procedere. Però bisogna prendere in considerazione tutti i vantaggi legati a questa situazione, che comunque prima o poi andrà comunque intrapresa.

Infatti c’è una direttiva comunicata ad inizio estate da parte della Commissione Europea per la quale diventerà obbligatorio dotare, entro il 2029, tutte le costruzioni esistenti e di futura realizzazione a partire da allora, di impianti fotovoltaici. E per i pannelli solari costo ed impianto prevedono anche diverse agevolazioni.

Infatti ci sono diversi provvedimenti statali che permettono di recuperare nel tempo le cifre spese per la installazione dei pannelli solari, con il costo totale o parziale detraibile mediante appositi rimborsi in sede di dichiarazione dei redditi. Il Superbonus 110% consente questo, come anche l’Ecobonus ed il Bonus Ristrutturazione, seppure in percentuali diverse.

Pannelli solari costo, come recuperare il 75% con il Parco Agrisolare 2022

Un uomo controlla dei pannelli solari
Un uomo controlla dei pannelli solari (Freepik)

Ma un altro punto a favore del fotovoltaico è che è possibile anche riuscire a guadagnare investendo sullo stesso. Questo discorso riguarda alcune specifiche imprese, le quali possono recuperare il 75% di quanto speso grazie al bando Parco Agrisolare 2022.

Si tratta di una iniziativa concepita da parte del Ministero della Transizione ecologica e del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali. Anche in questo caso è possibile ottenere degli incentivi, tratti da un miliardo e mezzo di euro di fondi appositamente stanziati.

Prerogativa per l’ottenimento della copertura è avanzare richiesta per edifici ad uso zootecnico, agricolo od agroindustriale, con la misura che fa parte dell’ampio pacchetto di interventi previsti dal PNRR, ovvero il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Come inoltrare domanda: i requisiti

Di quel miliardo e mezzo di euro, 300mila euro serviranno per trasformare i prodotti agricoli in non agricoli ed il resto verrà impiegato invece per la produzione agricola primaria. Mentre va sottolineato come il 40% del totale delle risorse disponibili verrà riservato a progetti da realizzare nelle Regioni del Centro e del Sud, con l’obiettivo conclamato di incentivare una ripresa economica importante nel Mezzogiorno.

Il bando Parco Agrisolare 2022 si propone come obiettivo quello di impiantare dei pannelli fotovoltaici che abbiano una capacità di generazione di 375.000 Kw dall’energia solare. Le domande potranno essere caricate dalle ore 12:00 di martedì 27 settembre 2022 fino alle ore 12.00 di giovedì 27 ottobre 2022.

Andando sul sito ufficiale del Ministero delle Politiche Agricole è possibile prendere visione di tutto ciò che serve per inoltrare richiesta. Mentre ecco qui un resoconto dettagliato di quanto costa installare dei pannelli solari anche per uso domestico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

sdsd