Pulire i termosifoni, come e perché dovresti farlo per evitare problemi

Una operazione che non dobbiamo mai mancare di compiere è quella di pulire i termosifoni, altrimenti ci saranno solo conseguenze negative.

Un termosifone in primo piano
Un termosifone in primo piano (Foto Freepik)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Pulire i termosifoni, guai a non farlo. Quando arriva il momento di accenderli è necessario avere già provveduto alla loro corretta manutenzione. Che non consiste solo nel controllare che le relative tubature collegate funzionino a dovere. È necessario anche tenerli ben puliti.

In caso contrario la polvere di mesi e mesi che si sarà accumulata sopra inficerà sul corretto funzionamento dei nostri riscaldamenti domestici. Per questo pulire i termosifoni è fondamentale. Anche perché in inverno il tempo a disposizione per fare arieggiare gli ambienti di casa diminuisce sensibilmente.

Visto che fuori fa freddo, terremo infissi e finestre chiusi molto più a lungo rispetto a quando sarà estate. E la puzza insopportabile della polvere finisce con il farsi sentire, specialmente se non avremo fatto il nostro dovere nel pulire i termosifoni. Quando questi sono in funzione e risultano invasi dalla polvere, il calore riesce ad amplificare il tanfo di quest’ultima.

Pulire i termosifoni, i metodi da utilizzare

Termosifone in primo piano
Termosifone in primo piano (Foto Freepik)

Tra l’altro la presenza eccessiva e cronaca di polvere aumenta eventuali problematiche di salute legate ad esempio alle allergie. Dovremmo quindi pensare a tenerli puliti alquanto spesso, come minimo una volta a settimana. Per farcela ci torneranno utili alcuni strumenti che in casa non mancano mai.

Anche un phon saprà essere prezioso. Potrà rimuovere la polvere che si è accumulata nel retro del radiatore e che risulterà estremamente difficile raggiungere in altri modi. Altrimenti, per chi ce l’ha, ecco il momento di utilizzare una scopa a vapore, e poi un panno intriso di acqua ed aceto per la rimozione di eventuali residui.

O ancora, va bene pure l’impiego di un aspirapolvere con il tubo montato al posto del regolare aspiratore. Anche le valvole vanno controllate, con l’espulsione di acqua sporca che richiede una bacinella da posizionare proprio sotto. Per i termosifoni fatti in alluminio od in metallo possiamo impiegare un panno elettrostatico per la rimozione della polvere e poi un detersivo neutro per il lavaggio della superficie.

Infine, per togliere gli aloni ingialliti dai termosifoni si consiglia di rimuovere la eventuale ruggine presente usando della carta vetrata. Servirà poi applicare l’antiruggine, e dopo una mezzora, dare una passata con una spugna inumidita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.