Sintomi influenzali, il decotto al rosmarino è un valido rimedio

Mal di gola, raffreddore, tosse debolezza, sono i sintomi influenzali tipici dei primi freddi: il decotto al rosmarino è un valido rimedio naturale.

decotto rosmarino benefici
Piantina di rosmarino (Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

L’autunno è arrivato, spazzando via il caldo terrificante dell’estate appena trascorsa, nonché ponendo fine alla tremenda siccità che ci ha accompagnati per mesi. L’autunno è una stagione meravigliosa, ricca di colori e di profumi, tuttavia, è anche pericolosa. Con i primi freddi, infatti, è facile ammalarsi e beccarsi una bella influenza stagionale.

Mal di gola, raffreddore, tosse, dolori muscolari e affaticamento, sono i classici sintomi di un’influenza. Questa, però, si può combattere non soltanto con i medicinali, ma anche con rimedi green. Tra i più efficaci c’è proprio un validissimo rimedio: il decotto al rosmarino. Questo comporta tanti benefici ci rimette in piedi in un batter di ciglia.

Decotto al rosmarino, la soluzione all’influenza stagionale

decoto rosmarino rimedio influenza
Rosmarino sano e profumato (Pixabay)

Il rosmarino è una pianta aromatica sempre presente in cucina, la quale, data la sua versatilità, è adatta alla preparazione di mille ricette. Le sue caratteristiche si sposano alla perfezione con tantissimi piatti, ma in realtà, questa può essere sfruttata in modi alternativi.

Non è una novità, sin dall’antica Roma, il rosmarino viene impiegato come erba medica, per alleviare i sintomi di stress e infiammazioni varie, persino il mal di denti. Che sia utilizzato come medicinale o come alimento, il rosmarino offre molteplici proprietà salutari. Questo, infatti, combatte i dolori, seda i bruciori e svolge un’azione analgesica.

Smorza i sintomi della nausea, combatte mal di gola e raffreddore e contrasta l’influenza stagionale. Per assorbirne le proprietà al meglio, occorre prepararne un ottimo decotto. Basta raccogliere i rametti più sottili, lavarli per bene sotto acqua corrente, eliminando ogni residuo di terra o di polvere, e poi metterli a bollire in un pentolino colmo di acqua.

Lasciamo bollire per una decina di minuti, dunque spegniamo il fuoco e filtriamo in una tazza utilizzando un colino. Bere una o due tazze al giorno è un’ottima soluzione per combattere i sintomi influenzali. Tra l’altro, se consumato la mattina, a stomaco vuoto, aiuta anche a depurare il fegato. Quindi è un’abitudine salutare che possiamo adottare anche in assenza di sintomi da influenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.