Rischio malattie cardiache: non andare a dormire tardi

Ognuno di noi ha delle abitudini ormai sedimentate da anni e anche l’ora in cui si va a dormire rientra tra queste, però bisogna fare attenzione perché l’orario può incidere sul maggiore o minor rischio di malattie cardiache.

sveglia
Sveglia (Pexels)

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DI OGGI:

Le persone di solito dividono tra mattiniere e notturne e tale scelta dipende non solo dalle abitudini ma anche da una certa predisposizione ad alzarsi presto o ad andare a letto tardi.

Insomma, c’è chi preferisce approfittare dell’intera giornata rendendo meglio la mattina e chi invece desidera alzarsi con calma  e andare a letto a notte inoltrata. Per alcuni tale scelta potrebbe essere irrilevante, ma uno studio ha testimoniato il contrario, constatando che andare a letto tardi può portare a un maggiore rischio di contrarre malattie cardiache. Vediamo insieme perché.

Perché andare a letto tardi aumenta il rischio di malattie cardiache?

benessere cardiaco
Preservare il benessere del cuore (Pinterest – video.virgilio.it)

È difficile cambiare le abitudini, soprattutto se queste ci accompagnano per lungo tempo, ma la salute non è da sottovalutare e se può essere utile fare qualche piccolo cambiamento per prevenire un possibile rischio di malattie cardiache, allora perché no? Tale riflessione deriva da un recente studio pubblicato dalla Rutgers University del New Jersey, il quale ha messo in luce come chi vada a letto tardi sia più soggetto a un maggiore rischio di contrarre queste malattie.

Il fatto di stare in piedi fino a tardi o addirittura di essere nottambuli può incidere in maniera negativa sull’equilibrio del corpo. Chi ha difficoltà a dormire non riesce infatti a bruciare grassi a sufficienza per ricavare l’energia da riutilizzare per le attività quotidiane. Da ciò ne deriva un pericoloso accumulo che porta a una crescita di tali patologie.

Al contrario, chi si alza presto riesce a bruciare maggiormente i grassi. Un’abitudine che a lungo andare offre risultati positivi sulla salute. Inoltre, chi è mattiniero ha una maggiore propensione a svolgere attività fisica con maggiore frequenza. Dunque, se prevenire è meglio che curare, cerchiamo di rivedere le nostre abitudini e se andiamo a letto troppo tardi facciamo un regalo a noi stessi e al nostro corpo. Gli ormoni funzioneranno diversamente e ci sarà un minore rischio di avere malattie cardiache in futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.