L’unico bonus che puoi avere più di una volta: una vera svolta per tutti gli italiani

L’unico bonus che puoi avere più di una volta: una vera svolta per tutti gli italiani. Ecco di cosa si tratta e come puoi richiederlo

Come richiedere bonus
Trasporto (Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI->

Con l’aumento dei prezzi, è cresciuto ovviamente anche il prezzo della benzina. Oggi fare il pieno è decisamente molto caro. Ci sembra un motivo in più per usare di meno la macchina, e scegliere una soluzione differente. Possiamo fare delle passeggiate o usare il sistema di trasporto pubblico. Tanto più che è stato reso disponibile per i cittadini un importante incentivo: non solo risparmiamo sulla benzina, ma riusciremmo anche ad avere un occhio di rigurardo per l’ambiente.

L’unico bonus da richiedere più di una volta, ecco qual è

Macchina trasporto pubblico
Un buon motivo per evitare la macchina (Pixabay)

In un periodo di evidente difficoltà come quello che viviamo, dove il costo della vita è vertiginoso, ogni aiuto è sicuramente visto di buon occhio,  per usare un eufemismo. I bonus solitamente, però, sono limitati. Hanno cioè un gran numero di limitazioni a tal punto che non sempre è facile aiutarsi con queste. Nella lunga lista degli aiuti dati dal governo, uno in particolare è particolarmente generoso, in quanto può essere richiesto anche più volte. Si tratta del bonus trasporti.

Approvato dal decreto aiuti, il bonus trasporti è sulla rampa di lancio da Settembre. La misura è richiedibile per tutti i cittadini e persone fisiche con un reddito annuale inferiore ai trentacinque mila euro o con figli a carico. Il bonus copre un massimo di sessanta euro per la rete metropolitana e ferroviaria. Quel che non tutti sanno è che il bonus può essere richiesto più volte: basta chiederlo in mesi diversi.

Facciamo un esempio pratico: se ad Ottobre ho chiesto il bonus, sono obbligato ad usarlo entro il mese in cui l’ho richiesto. Passato Ottobre ed usato il bonus, posso richiederlo anche a Novembre, dove varrà lo stesso. Il bonus può essere insomma richiesto in maniera reiterata fino alla fine dell’anno solare e fino ad esaurimento fondi.

Secondo Andrea Orlando, ministro del lavoro,  si è trattato decisamente di ” un importante risultato raggiunto con l’obiettivo di sostenere famiglie, studenti, lavoratori e pensionati in un momento di crisi causata anche dal rincaro energetico“.

Insomma, ci sembra in ogni modo una misura efficace per cercare di contrastare il dilagante caro prezzi che può costarci caro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.