Cosa c’entra il sapone di Marsiglia con la Lingua di Suocera? Succede qualcosa di straordinario

Sapete come prendervi cura della bellissima Lingua di Suocera quando nascono le piante figlie? C’entra anche il Sapone di Marsiglia, il risultato è sorprendete.

Lingua di Suocera cure e Sapone di Marsiglia
Lingua di Suocera (Screenshot da Facebook)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI SONO:

La lingua di Suocera è una delle piante grasse più conosciute e apprezzate, con la sua incredibile bellezza e particolarità dona un tocco in più all’arredamento per questo in molti amano tenerla in casa.

Rispetto a molti altri tipi di piante è piuttosto semplice da curare, soprattutto perché risulta essere davvero resistente e in grado di sopportare anche le condizioni più sfavorevoli ed è per questo che solitamente dura molto a lungo. Spesso quando diventa matura sui lati spuntano delle foglie che si concentrato in ciuffi un po’ distanti dalla principale pianta, chiamate ‘piante figlie’.

Sapete cosa bisogna fare quando nascono le piante figlie? Le opzioni che avete a disposizioni sono diverse, nei successivi paragrafi vi sveliamo tutto quello che c’è da sapere e come utilizzare il sapone di Marsiglia per ottenere un risultato straordinario.

Ecco come utilizzare il sapone di Marsiglia nella pianta Lingua di Suocera

Pianta lingua di Suocera come curarla
Pianta lingua di Suocera (Screenshot da Facebook)

Quando nascono le piante figlie nella Lingua di Suocera potete lasciarle così come sono, potete rinvasare la pianta in un vaso più grande per farla crescere ancora oppure potete utilizzare i polloni per riprodurre la pianta. L’ultimo metodo è sicuramente il più utile per sfruttare al meglio la pianta.

La prima cosa che dovete fare è quella di dissotterrare la pianta, scavando intorno ad essa fin quando non riuscirete ad estrarla molto delicatamente. Rimuovete quindi il terreno intorno alle radici e fatela scivolare fuori dal vaso. Fatto ciò dovete separare le radici della pianta madre da quelle della pianta figlia sfilandole semplicemente con le mani, se però sono unite o molto intrecciate per separarle utilizzate una cesoia pulita e disinfettata.

Dopo averle tagliate tenete per almeno un giorno le radici all’aria per farle cicatrizzare più rapidamente, per prevenire fastidiose infezioni potrete anche passarle nella cannella. Questo ingredienti infatti svolge un’incredibile azione antibatterica. A questo punto, potete rinvasare sia la vostra bellissima Lingua di Suocera che le sue piante figlie.

Mettete ogni pianta figlia in un piccolo vaso singolo e utilizzate un terriccio ben drenante e leggero. Per facilitare l’eliminazione dell’acqua in eccesso ed evitare pericolosi ristagni potete anche mettere sul fondo uno strato di argilla espansa. Dopo il rinvaso le piccole piantine per crescere perfettamente e in ottima salute necessitano delle giuste cure e attenzioni.

Gioca un ruolo fondamentale il luogo in cui le posizionate, sceglietene uno dove la temperatura si mantenga sempre sui 18 gradi. Le piantine hanno anche bisogno di molta luce solare, questa però non deve mai essere diretta perché potrebbe bruciarle e danneggiarle in modo irreparabile. Per quanto riguarda invece l’irrigazione, rispetto alla pianta madre le figlie devono essere annaffiate con più frequenza affinché il terreno resti sempre morbido e umido. Nel periodo invernale e autunnale, invece, le innaffiature devono essere totalmente sospese.

Le foglie della Lingua di Suocera devono essere sempre pulite e curate per farla durare a lungo e in perfetta salute, per farlo potete utilizzare il sapone di Marsiglia, il risultato vi stupirà. Il procedimento è semplicissimo, inzuppate un batuffolo di cotone in una soluzione realizzata con 30 grammi di scaglie di sapone di Marsiglia e 500 ml di acqua e passatelo delicatamente sulle foglie. Queste risulteranno sempre rigogliose e lucide.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.