Stanchezza cronica: le regole psicologiche per combatterla

La stanchezza cronica è un disturbo che affligge tante persone, queste sono le regole per combatterla consigliate da uno psicologo.

combattere stanchezza cronica
Uomo in giacca e cravatta si riposa a letto (Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

La vita moderna impone certi ritmi frenetici e tante oppressioni. Ci si sente soffocare, si sente costantemente un peso sulle spalle e non si riesce mai a riposare bene. La conseguenza di tutto questo stress è insonnia, abbuffate di cibo, sedentarietà e stanchezza. Gran parte della popolazione soffre di stanchezza cronica.

La stanchezza cronica, ovvero un affaticamento generale e costante su più livelli fisici e mentali, non è certo una situazione salutare. Chi è stanco affronta la giornata di malumore, controvoglia, e spesso è privo dei giusti stimoli. Salvo problematiche specifiche, come alcune malattie, la stanchezza è determinata quasi sempre dallo stress, fisico e mentale.

Combattere la stanchezza cronica e affrontare lo stress psicofisico

evitare stress psicofisico
Ragazza annoiata a lavoro (Pixabay)

Affrontare lo stress psicofisico non è facile, perché si è schiavi della quotidianità. Ma è proprio questo che comporta numerosi disturbi. I numerosi impegni e le fatiche quotidiane non fanno bene alla salute, ma questo lo sappiamo già. Una vita frenetica toglie spazio al tempo libero, ossia ai momenti di puro relax e di benessere, e comporta una certa oppressione.

L’oppressione genera stili di vita scorretti, con abbuffate di cibo, sfoghi alcolici, sedentarietà e pigrizia, senza dimenticare disturbi del sonno, che affaticano ulteriormente il nostro corpo. Sbarazzarsi dello stress non è semplice, ma è la soluzione da adottare. Secondo lo psicologo, questo deve essere l’obiettivo, la missione di ogni persona: abbattere lo stress psicofisico per riavere le energie.

Ritrovare le energie, però, richiede un percorso di crescita personalizzato, poiché bisogna attuare una sorta di processo introspettivo per capire cosa non va della nostra vita e della nostra quotidianità. Se la stanchezza è una cosa normalissima e fisiologia, che fa parte della natura di ogni essere vivente, quando questa è sempre presente c’è qualcosa che non va.

Le aspettative degli altri pesano tanto sulla psiche

Molto spesso, secondo l’esperto, sono le persone che ci circondano che si aspettano troppo da noi. Per non deluderle, ci convinciamo che siamo indispensabili e che non possiamo rinunciare agli impegni. In questo modo, però, non facciamo altro che complicarci la vita, appesantendola ancor di più.

La maggior parte degli impegni, infatti, non è altro che frutto di una proiezione che gli altri hanno su di noi. Non sono impegni che desideriamo noi stessi, ma li adempiamo solo per non deludere gli altri e per compiacerli. Questa è una scelta controproducente, perché aumenta le responsabilità, e quindi anche lo stress. Questi impegni ci servono davvero? È questa la domanda che dobbiamo porci. Possiamo evitarli?

Ecco, pianificare con attenzione tutte le cose da fare durante la giornata è il modo migliore per allontanare lo stress. Sapersi organizzare è importante, seguire una tabella di marcia anche. Pianificare significa ridurre i tempi morti e ottimizzare le tempistiche di attività. Inoltre, bisogna avere la franchezza di chiedere aiuto nel momento del bisogno, oppure l’umiltà di saper rinunciare a determinati incarichi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.